Recensioni

The Young Nope – Gulp!

Giovanni Panebianco

Un pacchetto di dieci canzoni suonate con mordente e una passione autentica al 100%. It’s only Rock ‘n’ Roll, baby!

Il nuovo disco del terzetto abruzzese The Young Nope prende piede dalla convinzione della band di creare un prodotto originale, attuale e retrò allo stesso tempo, servendosi di strumenti vintage come farfisa e chitarra resofonica.
Ci basta il primo brano, “Calcare”, scarno e ridotto all’osso da un giro armonico le cui geometrie Rock entrano in sintonia con un Blues cupo e spettrale, per tracciare la via maestra.
Tra le successive “Preso Blu” e “Sei Un Rolling Stone” c’è un abisso: muscolare e tagliente la prima, cadenzata e sofferta la seconda.
La possibilità di disorientamento si concretizza con “Cento Fiori”, una traccia che cambia per l’ennesima volta le carte in tavola. La volontà di restare avvinghiati al sound di mostri sacri come The Black Keys o Jon Spencer Blues Explosion, senza mai dimenticare la contemporaneità, è ciò che li salva.
“Chiudi Gli Occhi” ha un intro dove è impossibile non ritrovarci i Pink Floyd di “Another Brick In The Wall”, mentre gli Arctic Monkeys fanno una capatina veloce in “Subliminale”.
Insomma, le molteplici influenze del gruppo sono tutte ben evidenziate con un abbagliante pennarello giallo fluo. Ennesimo episodio a conferma di questa tesi è “Stare Male E’ Uno Stato Mentale”, aggressiva e dalle sonorità in bilico tra il Punk e lo Stoner.
La conclusione del lavoro è affidata all’acustica “Reso Fonico”, in cui sono ospiti gli Axound e i Fake People, e alla strumentale “Canzone Per Un Film”, interessante surrogato di un’ipotetica colonna sonora.
“Gulp!” è un disco che senz’altro centra l’obiettivo della band di dar vita a un qualcosa di singolare, dove, però, l’innovazione latita e le idee a volte sono sviluppate in maniera frammentaria. Tutto sommato dobbiamo prendere questo disco per quello che è: un pacchetto di dieci canzoni suonate con mordente e una passione autentica al 100%. It’s only Rock ‘n’ Roll, baby!

About the author

Giovanni Panebianco

Giovanni Panebianco

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi