A propos de Pop Corn

Leonardo Vittorio Arena – La Via Del Risveglio, Manuale di Meditazione

Claudio Donatelli

Meditare è un atto di amore verso se stessi e verso gli altri

Il Professore Leonardo Vittorio Arena è una nostra conoscenza di vecchia data, da quando abbiamo iniziato a raccogliere materiale interessante da pubblicare su SOund36. La lettura del suo bellissimo libro Orient Pop (2008) ci spinse ad incontrarlo per conoscerlo più a fondo, e fu una chiara conferma, quello che osservavamo parlare era un uomo di grande sensibilità e cultura.
Il Prof. Arena è filosofo, storico delle religioni, musicista e compositore. Insegna presso l’Università di Urbino, “la sua riflessione unisce pensieri occidentali e orientali da Nietzsche al buddhismo… con interesse filosofico per artisti rock quali J. Cage, Bob Dylan, Brian Eno”.
L’occasione per tornare a raccontare di Leonardo Vittorio Arena ci viene offerta dalla sua ultima pubblicazione su carta, La Via Del Risveglio, Manuale di Meditazione, edito da BUR – Rizzoli.
Arena è un autore che non rientra in nessuna categoria, sa trattare temi diversi e sa manovrare vari dispositivi, questo eclettismo deriva da una profonda cultura, da una visione d’insieme dell’arte e della filosofia, da un sentire il Mondo e la sua musica, che riecheggia nella sua mente. Questa di cui parliamo è una lettura che consigliamo vivamente a tutte le persone perché prima di tutto ci parla di amore, per noi stessi, per gli altri, di vivere la vita e gli istanti che la compongono in modo puro ed essenziale.
Leonardo Vittorio Arena ci propone un percorso a step progressivi ben organizzato durante il quale offre spunti storici su come la pratica della meditazione sia nata tra i monaci buddhisti, su come si sia diffusa prima ad Oriente e poi ad Occidente. La Via del Risveglio è un continuo dialogo dell’autore con se, con i suoi lettori e uditori, fa cenni teorici citando Gurdjieff, Osho, propone sedute pratiche di meditazione di gruppo o in solitaria, espone i pensieri di quelle persone che hanno appena terminato una seduta di meditazione, regala le proprie esperienze sia da fruitore che da insegnante di meditazione.
Arena sente quello che scrive al punto di far sentire il lettore parte di quel gruppo di meditazione, uno di quelle persone che si sono appena accomodate nella sua stanza, che stanno per ascoltare le sue indicazioni. Ci dà le competenze necessarie per capire cosa stiamo facendo, dove ci troviamo, dove andremo, mentre il corpo rimarrà lì, fermo.
Un gioco, un bellissimo gioco, nel quale i protagonisti mettono in off la parte cosciente del proprio pensiero, e accendono l’inconscio, mettendo al massimo il volume della fantasia, della creatività. Ci si pone in un non luogo della mente, lì dove tutto è possibile, anche sentirsi bene, lì dove non esiste tempo o spazio, lì dove possiamo finalmente sentire e percepire il corpo e un piacevole senso di mente libera.
In tutto questo la musica è necessaria, fondamentale, è ricchezza, potenzia le capacità percettive, Arena infatti accompagna il proprio gruppo di meditazione con suoni, vibrazioni, rumori, note tenute nel tempo, bordoni che nascono live dal suo ipad. Brian Eno si è dedicato molto a scrivere musica che possa aiutare questa pratica, musica definita ambient. Per supportare la meditazione Arena ci consiglia anche il minimalismo di Terry Riley, come anche il jazz rock dei Soft Machine o canzoni di Robert Wyatt.
Come ha detto John Cage, musica non è solo: le note di uno strumento, musica è anche la vibrazione del nostro corpo, il rumore di una stanza insonorizzata, la meditazione ci aiuta a riconoscere tali suoni.
Al termine del libro troviamo oltre che una dettagliata bibliografia, anche una necessaria discografia, necessaria come una boccata d’aria. Questo libro propone continui rimandi alla musica, è un testo che parla alla mente inconscia. L’epilogo è a dir poco emozionante, ci parla di vita ma anche della morte, di amore profondo e meditare è un atto di amore verso se stessi e verso gli altri. Grazie, grazie, grazie Prof. Leonardo Vittorio Arena.

About the author

Claudio Donatelli

Claudio Donatelli

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi