Recensioni

Chrysta Bell – Somewhere In The Nowhere Ep

Claudio Donatelli

ciò che sorprende è la fedele riproposizione di quelle atmosfere che tutti gli estimatori di David Lynch amano

Sinceramente, per chi vi scrive, raccontare di questa pubblicazione discografica non è cosa molto facile perché la passione e il sentimento profondo, che mi lega alla persona che ha ispirato questo lavoro è molto grande e rischia di nascondere le reali potenzialità espressive del cd.
Il regista, scrittore e musicista David Lynch, in ogni sua opera, ha saputo raccontare e descrivere stati d’animo, sentimenti, sogni e incubi, con un carattere veramente personale, impossibile da imitare o replicare.
Quella sequenza di immagini che spesso ricorre in molti suoi film o serie televisiva, la strada buia vista dal parabrezza di una macchina che corre, solo i fari accesi ad illuminare la notte. Oppure gli interni di bar o locali fumosi, poco illuminati, dove i personaggi si muovono tra i tavoli. Questi sono i non luoghi dove vengono ambientate le storie dei film di D. Lynch. Ovviamente nel processo di costruzione di tale atmosfere la musica gioca un ruolo centrale, Lynch è un attento ricercatore e selezionatore di brani vecchi e nuovi, è anche spesso autore delle sue colonne sonore. Opere così enormemente espressive meritano una prosecuzione, in forme diverse, con altri artisti.
Somewhere In The Nowhere Ep è il nome del nuovissimo lavoro di Chrysta Bell (in uscita il 7 ottobre), cantante, attrice, modella e molto altro, che attinge a piene mani da quell’immaginario che il maestro Lynch ha saputo creare. Ovviamente la produzione artistica è stata seguita proprio dallo stesso Lynch che per la colonna sonora del suo Inland Impire (2007) aveva già scelto una canzone di Chrysta.
Questo connubio artistico non termina assolutamente qui, infatti la Bell è stata scritturata per completare il ricco cast della nuova serie di Twin Peaks. Questa lunga premessa ci prepara all’ascolto di qualcosa che non spicca per originalità, ma ciò che sorprende è la fedele riproposizione di quelle atmosfere che tutti gli estimatori del maestro di Los Angeles amano.
All The Things svela subito la voce calda, sensuale, misteriosa di Chrysta Bell, una ballata dolorante che apre questo lavoro, come una sirena della notte che canta il suo richiamo d’amore. La chitarra tremolante accompagna il racconto di un appassionante incontro nel Back Seat di una berlina. Tutto è estremamente semplice, diretto, e anche ossessivo come solo l’amore passionale sa essere, proprio come Beat The Beat ci svela, ci infetta.
Questa produzione è una piccola perla da possedere a tutti i costi, si può scegliere anche la versione vinile con firma della stessa Chrysta. Ovviamente il suo ascolto aumenta il desiderio di mettere gli occhi e le orecchie sulla nuova serie di Twin Peaks.

About the author

Claudio Donatelli

Claudio Donatelli

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi