Recensioni

Piers Faccini – Between Dogs and Wolves

Claudio Donatelli

Between Dogs and Wolves è un detto che significa tra il giorno e la notte, ma anche tra il selvagio e l’addomesticato, un modo perfetto per rappresentare l’approccio alla scritura di questo bravissimo autore

Cantautore internazionale con la I maiuscola, in quanto Piers Faccini nasce in Inghilterra da padre italiano e mamma inglese. Da bimbo si trasferisce con la famiglia in Francia, per poi tornare da ragazzone a Londra dove inizierà a fare le sue prime esperienze musicali mischiandosi nella scena locale. Seguono anni di viaggi e scoperta, un percorso che lo porterà presto ad intraprendere la carriera di songwriter. Ottimo chitarrista e polistrumentista, dalla bellissima voce, in questi dieci anni ha inciso ben 5 album, con i quali ha raccolto i complimenti di gran parte della critica musicale e anche di musicisti, uno su tutti Ben Harper, il quale ha anche collaborato alla disco Tearing Sky del 2006.
Oggi Piers vive in una casa nel bel mezzo delle foreste di Cevennes, al sud della Francia e qui dispone di un proprio studio, luogo magico che ha ospitato anche altri artisti.
Il nuovo e quinto lavoro si chiama Between Dogs and Wolves e in copertina troviamo un’immagine realizzata proprio da Piers, infatti oltre alla musica, la pittura è il suo secondo grande amore. Il connubio tra queste due arti sembra dare all’autore molti spunti, le canzoni di questo album sono realizzate proprio con la cura di un pittore che cerca di fissare un momento, di fermare il tempo e allo stesso momento di raccontare il tempo in movimento.
Negli anni Faccini ha personalizzato sempre più il suo tocco di chitarra e il timbro vocale, così come la composizione delle canzoni.
Un sound che sa di sabbia e che si muove proprio al ritmo della sabbia del mare o del deserto mossa dal vento caldo. Un sound ricco di sottili richiami alla tradizione mediterranea. Between Dogs and Wolves è un disco intimo dove l’autore esplora l’amore nostalgico, la fatalità, l’allontanamento e il ritrovarsi. Il disco vede la collaborazione di due bravissimi musicisti, Jules Bikoko al basso e di Dom La Nena al violoncello e ai cori.
Between Dogs and Wolves è un detto che significa tra il giorno e la notte, ma anche tra il selvagio e l’addomesticato, un modo perfetto per rappresentare l’approccio alla scritura di questo bravissimo autore.

Claudio Donatelli

About the author

Claudio Donatelli

Claudio Donatelli

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi