Interviste

Margherita Zanin, Intervista

Si chiama “Zanin” il primo album di Margherita Zanin, la ventitreenne cantautrice di Savona che ha esordito a metà marzo di quest’anno, con il singolo Generale di De Gregori, ottenendo riscontri molto positivi dal pubblico e dai media. Qui di seguito troverete l’intervista che SOund36 ha realizzato con Margherita poco tempo fa.
L’album, che sarà disponibile su tutti i digital store dal 26 maggio, contiene 8 brani, due in italiano e sei in inglese.
Pubblicato da Platform Music, neonata etichetta indipendente milanese, l’album è prodotto da Roberto Costa, già produttore di Lucio Dalla, Luca Carboni, Ron, Gli Stadio, Luca Barbarossa.
Il singolo tratto dall’album, si intitola Piove ed è una ballata originale in equilibrio tra il soul e il samba di Bahia.
Il videoclip del brano è stato girato in una location particolare, una centrale idroelettrica dismessa, dell’800, nel centro di Milano.
Margherita, con un look anni 40, accompagnata da una piccola band apparentemente estranea e surreale, canta davanti ad una specie di astronave, una “cattedrale di metallo” e sembra giocare con la macchina da presa come se fosse uno specchio, duplicandosi, triplicandosi, in un montaggio serrato e variopinto.
La regia è di Gabriele e Ambrogio Lo Giudice, quest’ultimo fondatore della Filmaster Clip e della Futura Film, che ha girato i video di artisti italiani come Vasco Rossi, Lucio Dalla, Laura Pausini, Luca Carboni e Jovanotti.

Margherita Zanin si presenta al grande pubblico con una cover di Generale di De Gregori. La versione che canta segna un inizio molto promettente per la giovane savonese. L’album, prodotto da Roberto Costa (già produttore di Lucio Dalla, Luca Carboni, Ron, Gli Stadio, Luca Barbarossa), uscirà a fine aprile. Nell’attesa leggete l’intervista a Margherita.

Quando e come è entrata la Musica nella tua vita? E quando hai scoperto di avere una voce così potente e particolare?
Potrei dirti che la musica era la mia passione da bambina, ma non è così, il desiderio di studiare musica e quindi la scoperta della mia voce è arrivato a 18 anni, un regalo che mi sono fatta da maggiorenne!

Hai fatto parte di un talent ma poi hai preferito prendere un’altra strada. Cosa non ti fa stare a tuo agio in un format come i talent show?
Spesso per i giovani il Talent rappresenta una strada, a volte l’unica. Tuttavia, credo che si debbano avere dei requisiti caratteriali, oltre che canori. Un talent richiede un certo autocontrollo, una capacità di gestione che qualche anno fa io sicuramente non avevo. Ho preferito seguire un’altra strada, quella più in sintonia con la mia personalità.

A fine aprile uscirà il tuo debutto dell’ album, che hai anticipato con il lancio di un brano, precisamente la cover di Generale di De Gregori. Come mai questa scelta?
Generale è una scelta “rischiosa”, me ne rendo conto, perché è un pilastro della musica italiana. Non so se sono stata incosciente o coraggiosa, io l’ho interpretata come un mio desiderio di mettermi alla prova.

Il tuo album conterrà pezzi inediti, concepiti durante il tuo soggiorno a Londra. Cosa ti ha dato Londra, musicalmente parlando?
Londra è meravigliosa. E’ stata una favolosa esperienza ed e grande fonte di ispirazione. Durante il mio soggiorno ho scritto sei dei pezzi che saranno contenuti nell’album. Ogni tanto sento il bisogno di ritornare. Londra è blues/jazz/rocknroll, è una città ricca di energia musicale dove è davvero facile incontrare belle persone ed intraprendere un percorso di crescita creativa importante.

Roberto Costa (già produttore di Lucio Dalla, Luca Carboni, Ron, Gli Stadio, Luca Barbarossa) produrrà il tuo album. Cosa l’ha colpito di te?com’è collaborare con lui?
Quello con Roberto Costa è stato un incontro davvero speciale, avere la sua stima ed il suo supporto è per me un onore. Lui è rimasto colpito dalla mia personalità artistica e mi chiama “marziana” e io mi sento al sicuro grazie alla sua esperienza e competenza musicale. Questo mi sembra un binomio straordinario.

Dopo l’uscita dell’album è previsto un tour promozionale?
La mia passione è cantare dal vivo, quindi subito dopo l’uscita dell’album, visto che sarà primavera inoltrata e andiamo incontro all’estate, il mio team, che si occupa della promozione e della comunicazione, sta organizzando la mia partecipazione a delle serate musicali.

About the author

Annalisa Nicastro

Mi riconosco molto nella definizione di “anarchica disciplinata” che qualcuno mi ha suggerito, un’anarchica disciplinata che crede nel valore delle parole. Credo, sempre e ancora, che un pezzetto di carta possa creare effettivamente un (nuovo) Mondo. Tra le esperienze lavorative che porterò sempre con me ci sono il mio lavoro di corrispondente per l’ANSA di Berlino e le mie collaborazioni con Leggere: Tutti e Ulisse di Alitalia.
Mi piacciono le piccole cose e le persone che fanno queste piccole cose con amore e passione

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi