Sound&Vision

Lauryn Hill @ Cittadella Music Festival

Alessandro Ceci
Scritto da Alessandro Ceci

Lauryn Hill è un’indiscutibile icona della musica contemporanea.

Sono già passati più di 20 anni da quando la voce sublime dell’allora ventitreenne Lauryn Hill ha portato alla ribalta l’album del proprio debutto solista “The Miseducation of Lauryn Hill”, interamente scritto, arrangiato e prodotto da lei, subito protagonista di un incredibile successo internazionale di critica e pubblico. La voce dei Fugees, già nota al grande pubblico per la hit “killing me softly”, dagli schermi di MTV aveva bucato il cuore di moltissimi ascoltatori, riuscendo nell’impresa di costruire un album indimenticabile, che fonde al suo interno diversi generi (R&B, reggae, hip hop e soul) vendendo più di 10 milioni di copie, collezionando 5 Grammy Awards ma soprattutto facendo registrare un’inattesa esplosione, che portò la nascente regina della black music a scegliere di scomparire dalla ribalta, affermando che la sua improvvisa fama era per lei troppo stressante.
E’ così che negli anni il suo lavoro ha continuato però a raccogliere successi, menzionato nel tempo dalla critica prima come album tra i più significativi degli anni 90, e successivamente collocato in diverse classifiche degli album più belli di sempre.
Con grande sorpresa Mrs. Lauryn Hill lo scorso 17 Aprile ha annunciato un tour mondiale che ovviamente attraverserà gli Stati Uniti, con le date già quasi tutte sold-out, che si è arricchito di questa anteprima europea a Parma, che ha rappresentato anche l’unica data italiana. Nella cornice del “Cittadella music festival” Mrs.Lauryn Hill ha portato sul palco la sua voce angelica, prestata a brani spesso rabbiosi e veloci, un contrasto ben evidenziato dalla sua presenza scenica, glam ma graffiante, un’artista capace di steccare eseguendo proprio “Killing me softly” ma di saper comunque incantare la platea, di essere comunque viva nel cuore del suo pubblico senza aver prodotto un solo album negli ultimi 20 anni. Lauryn Hill è proprio questo, un talento dalle mille contraddizioni ma un’indiscutibile icona della musica contemporanea.

Articolo e Foto di Alessandro Ceci

 

About the author

Alessandro Ceci

Alessandro Ceci

Nato nell'Oltrepò pavese, a Voghera, il 28 giugno 1977. Origini parmigiane. Nella vita educatore e conduttore di gruppo. Qui per conciliare la passione per la fotografia e per il rock. Tifoso della Juventus e amante dei gatti.

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi