Cookie Policy

A propos de Recensioni

ROCK STORY # 9 BOOTS OF SPANISH LEATHER (BY BOB DYLAN)

Marco Restelli
Scritto da Marco Restelli

in attesa dell’autunno, a “raccontarvi” una storia che appassiona da oltre mezzo secolo

Ed eccoci qui, in attesa dell’autunno, a “raccontarvi” una storia che appassiona da oltre mezzo secolo (era inclusa nello splendido The Time they are a changing del 1967) tutti gli amanti di musica folk in generale e, in particolare, i numerosi “seguaci” di Mr. Zimmermann.
Bob Dylan sin dall’inizio della sua gloriosa carriera, ha sempre amato creare piccole sceneggiature in musica e non è certo un caso che gli sia stato assegnato – pur con mille assurde polemiche – proprio il premio Nobel alla letteratura. Non potevamo quindi non dedicargli almeno un episodio (magari più in là ne seguiranno altri) delle nostre Rock Story.
Fra le tante canzoni che avremmo potuto scegliere alla fine “ha vinto” un pezzo dolce amaro: Boots of spanish leather, che descrive un dialogo fra due fidanzati prima della partenza di lei che, dovendo salpare il giorno dopo per raggiungere la Spagna, gli chiede cosa possa spedirgli come regalo.

Oh, I’m sailin’ away, my own true love
I’m sailin’ away in the morning
Is there something I can send you from across the sea
From the place that I’ll be landing?

Ma la risposta del ragazzo è fra le più romantiche che si possano immaginare: tutto ciò che vuole è che lei torni di nuovo da lui, sana e salva.

No, there’s nothin’ you can send me, my own true love
There’s nothin’ I’m wishin’ to be ownin’
Just carry yourself back to me unspoiled
From across that lonesome ocean

Il dialogo però continua per l’insistenza di lei che, in un certo senso, non si spiega come lui non esprima il desiderio di ricevere magari un bracciale o un anello di una delle città spagnole più importanti, che lei certamente visiterà

Oh, but I just thought you might want something fine
Made of silver or of golden
Either from the mountains of Madrid
Or from the coast of Barcelona

Ancora una volta l’amore incondizionato del fidanzato sembra non lasciare spazio ad altre repliche. La risposta è invece forse fra le più appassionate mai scritte in musica: “se avessi le stelle della notte più buia a i diamanti dell’oceano più profondo li lascerei tutti per un tuo bacio perché è tutto ciò che mi auguro di possedere”

But if I had the stars of the darkest night
And the diamonds from the deepest ocean
I’d forsake them all for your sweet kiss
For that’s all I’m wishin’ to be ownin’

Lei non sembra intenzionata a mollare la presa e si lancia in un ultimo tentativo: il regalo che gli manderà servirà a “fargli compagnia” per la separazione che si preannuncia alquanto lunga.

But I might be gone a long old time
And it’s only that I’m askin’
Is there something I can send you to remember me by?
To make your time more easy-passin’

Lui con fermezza le ribadisce la sua decisione e inizia a farle capire che questa sua insistenza, in un certo senso, lo rattrista.

Oh, how can, how can you ask me again?
It only brings me sorrow
The same thing I would want today
I would want again tomorrow

Dopo il lungo dialogo Dylan inserisce nella sua storia un mini colpo di scena: dalla strofa si capisce che è passato del tempo e il ragazzo descrive il triste contenuto di una lettera speditagli da lei, nella quale gli comunica che i suoi sentimenti sono diventati molto incerti e non è sicuro che tornerà indietro.

Oh, I got a letter on a lonesome day
It was from her ship a-sailin’
Saying I don’t know when I’ll be comin’ back again
It depends on how I’m a-feelin’

Ed ecco quindi la lettera di risposta che chiude la storia. Lui ha capito che probabilmente non la rivedrà più e, dopo averla amorevolmente spronata a godere di questa sua nuova realtà, accetta finalmente di farsi spedire almeno un ricordo: degli stivali fatti in Spagna, di pelle spagnola.

If you, my love, must think that-a-way
I’m sure your mind is roamin’
I’m sure your thoughts are not with me
But with the country to where you’re goin’
So take heed, take heed of the western winds
Take heed of the stormy weather
And yes, there’s something you can send back to me
Spanish boots of Spanish leather

Ognuno di noi a questo punto è legittimato a immaginare un seguito: lei tornerà un giorno indietro dal suo ragazzo, dopo aver ricevuto la sua risposta? Oppure questo grande amore di lui resterà per sempre senza la sua adorata metà?
Lasciamo ai nostri lettori la risposta a loro più congeniale…ma senza rivelare la nostra

About the author

Marco Restelli

Marco Restelli

Originario di Latina, ma trapiantato ormai stabilmente a Bruxelles. Collaboro con diversi siti musicali. Collezionista di dischi dai primi anni '80, ascolto praticamente ogni tipo di musica, distinguendo solo quella che mi emoziona da tutto il resto.
In progetto: l'attività di promoter di eventi live di artisti emergenti nel Benelux. Sono orgogliosamente cattolico, ma ritengo che la tolleranza sia alla base delle relazioni umane. Se dovessi salvare un solo disco, fra i miei 3500, sceglierei "Older" di George Michael. La mia più grande passione, oltre alla musica: la mia famiglia e i miei tre bambini.

error: Sorry!! This Content is Protected !!