Recensioni

WhiteFang – Into The Woods

Scritto da Fortunato Mannino

Into The Woods, infatti, è un album gradevole che si ascolta volentieri, ha il giusto minutaggio e, soprattutto, lascia intravvedere le notevoli potenzialità del cantautore sardo

Guardando la copertina dell’album che presentiamo oggi, probabilmente, due cose avranno attirato la vostra attenzione: il paesaggio incantevole e selvaggio e il nome del progetto. WhiteFang è, infatti, un chiaro riferimento al romanzo di Jack London, uscito in Italia con in titolo di Zanna Bianca. E come per il romanzo, l’elemento naturalistico riveste un ruolo importante in quelli che sono gli otto brani che compongono Into The Woods.
Brani nei quali a predominare è la simbiosi Natura – Uomo: è da questa che frammenti di paesaggio si armonizzano con i pensieri che, a loro volta, si trasformano in canzoni. Si tratta di canzoni che, come si può intuire dal titolo dell’album, nascono dal bisogno di riflettere e dal bisogno di solitudine. I temi toccati sono quelli classici del ricominciare, della lontananza, dell’amore. Tutti brani suggestivi e molto evocativi ma l’apice compositivo, a mio avviso, si raggiunge con Empatia, che tocca il tema del viaggio inteso come inutile fuga dai propri fantasmi, e con Lucy, con il suo testo un po’ enigmatico e il suo incedere accattivante.
Le sonorità di Into The Woods sono di matrice folk-rock ma l’elemento prettamente acustico, rappresentate la prima fase creativa, si arricchisce di un discreto ma efficace elemento elettronico. A completare il tessuto sonoro lungo cui scorrono lenti gli otto brani c’è la batteria di Vito Cauli e il contributo del polistrumentista Fabrizio Sanna, che è anche il produttore del disco uscito a gennaio del 2021 per la Talk About Records.
A questo punto non resta che svelare il nome che sta dietro il progetto WhiteFang, nome che è quello di Luca Cadeddu Palmas. Il giovane cantautore sardo è al suo esordio e quello che posso dire è che si tratta di un buon esordio.
Into The Woods, infatti, è un album gradevole che si ascolta volentieri, ha il giusto minutaggio e, soprattutto, lascia intravvedere le notevoli potenzialità del cantautore sardo.

 

Ufficio Stampa Pitbellula
Talk About Records
WhiteFangBand

About the author

Fortunato Mannino

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi