Recensioni

Waldeck – Grand Casino Hotel 

Dodici brani per circa trentacinque minuti di gradevolissimi suoni, “Grand Casino Hotel” scolpisce le fattezze di un talento sicuro nel genere della dance-pop elettronica

Di questo ex avvocato e finissimo intrattenitore musicale ci siamo già occupati. Lo facemmo non molto tempo fa, in occasione dell’uscita del suo precedente CD, “Atlantic ballroom”.
Torniamo oggi a parlare dell’artista viennese e dell’ultima sua fatica discografica, “Grand Casino Hotel”, titolo che in qualche modo racchiude implicitamente in se tutto il significato e le finalità dell’arte waldeckiana, sempre all’insegna del divertimento musicale.
Dodici brani per circa trentacinque minuti di gradevolissimi suoni, “Grand Casino Hotel” scolpisce, se ce ne fosse bisogno, le fattezze di un talento sicuro nel genere della dance-pop elettronica.
“Atlantic ballroom”, lo si ricorderà, è opera che pur non aggiungendo niente di nuovo alla storia della musica contiene ottime vibrazioni; le diverse tracce contenute in esso si fanno ascoltare molto volentieri e il CD può essere considerato come il risultato di una grande perizia nel campo del divertissement musicale. Ebbene, con queste sue ultime canzoni Klaus Waldeck conferma la sua naturale predisposizione per un genere che incrocia sapientemente dance music, spruzzate di jazz, pop sopraffino a profusione ed elettronica: un blend ideale da proporre anche all’ascoltatore esigente nel periodo estivo.
Tutti i brani di “Grand Casino Hotel” sono prodotti da Klaus Waldeck, che nelle varie tracce si avvale della collaborazione di Patrizia Ferrara, la brava cantante e autrice siculo austriaca già presente in “Atlantic ballroom” che predilige i generi pop, jazz & soul, della compositrice e produttrice musicale austriaca Eva Engel e del cantante Carl Avory.
Dicemmo di “Atlantic ballroom” che è un disco di classe, ben suonato e ben interpretato; un giudizio siffatto può indubitabilmente essere riproposto anche per “Grand Casino Hotel”, uscito il 3 Luglio u.s. per Dope Noir Records – Audioglobe. Ne siamo quasi certi: nei locali dove si balla, brani come “So strong”, “One of these days”, “Run Run Run…” spopoleranno, nei prossimi mesi…

About the author

Giovanni Graziano Manca

Giovanni Graziano Manca

Pubblicista, poeta, ha collaborato e collabora alla redazione di numerose riviste cartacee e web scrivendo di musica, poesia, letteratura, cinema ed altro. Ha pubblicato alcuni volumi di poesia (In direzione di mete possibili, Lieto Colle, 2014; Voli in Occidente, Eretica, 2016) e uno di racconti brevi (Microcosmos, Sole, 2013). Vive a Cagliari, meravigliosa città del Mediterraneo.

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi