Recensioni

Valeria Caucino: “At the break of Dawn”

Avatar
Scritto da Red

Per capire bene quello che abbiamo davanti dobbiamo fare dieci passi indietro, fin dove la musica folk oltrepassa il confine sociale e politico dell’esecuzione individuale e scarna e si tinge di arrangiamenti e di romanticismo. In tutto questo, pilastri come Joni Mitchell e tantissime altri nastri rosa della canzone d’autore hanno scritto pagine importanti che, ancora oggi, contaminano la scrittura delle nuove generazioni. E tanto nuova alle scena Valeria Caucino non è. Ecco il suo esordio, certamente, ma figlio di una lunga gavetta e di molteplici pubblicazioni come autrice e collaboratrice. La sua voce finalmente ha uno spazio tutto suo per raccontarci un disco che trasuda amore, romanticismo e delicatezza…finemente ricamato e senza fretta, dal punto di vista strumentale come letterario. Si intitola “At the break of dawn”, contiene 11 inediti in studio rigorosamente in inglese scritte dalla Caucino e, qualcosa, anche dai suoi collaboratori stretti. Un lavoro di marcato stampo irlandese con canzoni di emozionanti visioni suggestive come d’altronde si vede subito dal video ufficiale del primo singolo estratto “Over the pain”. Un video che però pecca di ingenuità e di ripetitività, usando un drone in modo eccessivo e assai monotono. Ma dettagli a parte siamo di fronte un gran lavoro di maestria ed eleganza in cui certamente c’è l’Irlanda ma anche molta America e stati del sud. Tracce elettroniche nell’accattivante “As I roved out” con un inciso che torna prepotente…oppure ascoltando “The River” mi verrebbe da pensare ad una versione acustica di qualche grande successo dei Deep Purple. O ancora a seguire “Flying from Ireland” che a dispetto del titolo e della linea melodica di voce, mi trascina in un medioevo di chitarre classiche e (immaginando) di liuti di corte. Un disco che scorre non facilmente e neanche con quel sex appeal del ritornello facile o della hit radiofonica. Dimentichiamoci tutto questo e prendiamoci del tempo per dialogare con l’anima di Valeria Caucino e con una musica che dolcemente plana per poggiarsi sulle sensazioni più intime di ognuno di noi.

About the author

Avatar

Red

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi