Sound&Vision

Umbria Jazz Winter #24

24esima Edizione: un successo strepitoso !

Si è conclusa, il 1 gennaio2017, la 24esima Edizione di Umbria Jazz Winter che come è di tradizione  si è tenuta nella storica città di Orvieto  dal 28 dicembre 2016  al 1 gennaio 2017, in una sorta di cinque giorni di maratona di musica, degustazioni di vino, e festeggiamenti per l’arrivo del nuovo anno.
Ancora una volta, nonostante i problemi che l’Umbria e il centro Italia hanno sofferto per le conseguenze del recente terremoto che ha sconvolto questa parte molto bella del nostro paese, il festival si è confermato come un appuntamento imperdibile per gli appassionati del jazz e non solo.  Più di cento eventi nei cinque giorni di festival che hanno fatto registrare diecimila ingressi a pagamento ed un incasso che si aggira sui 250 mila euro, risultati che danno ancora una volta ragione alle scelte artistiche dello straordinario Direttore Artistico Carlo Pagnotta, ai soci della Fondazione Umbria Jazz che hanno presentato Artisti di altissimo livello musicale e progetti, alcuni addirittura in esclusiva, applauditissimi dal pubblico numerosissimo in ogni concerto presentato. In ogni location del Festival, dal Teatro Mancinelli, al Palazzo del Popolo, dal Palazzo dei Sette al Museo Emilio Greco, dalla sala del Ristorante San Francesco al Malandrino Bistrot è stato tutto un susseguirsi da mezzogiorno a notte inoltrata, di numerosi concerti sempre seguitissimi dal pubblico presente in città, che ha apprezzato e applaudito  con molto calore gli Artisti,oltre che partecipare,nelle strade della città di Orvieto, alle performance della Marching Band Funk Off, presenza costante ormai di Umbria Jazz.
Grande successo per gli ospiti fissi del Festival come Christian McBride che si è esibito con il suo  trio CHRISTIAN McBRIDE TRIO feat  CHRISTIAN SANDS, JEROME JENNINGS” (Christian Sands al pianoforte e Jerome Jennings alla batteria) un vero e proprio virtuoso del contrabbasso, con il quale ha partecipato alla registrazione di più di 300 dischi di ogni genere musicale e che ha proposto una serie di brani standard jazz come “Tangerine” e proprie composizioni originali come “I guess I have to Forget” con il quale ha conquistato il pubblico.


McBride ha dato vita, insieme a John Patitucci ad una serie di eventi al Museo Emilio Greco di grandissimo valore. Come anticipato dallo stesso Pagnotta che ha presentato il loro primo concerto insieme, non è da tutti avere sul palco due tra i più bravi contrabbassisti del mondo che è vera delizia per gli appassionati del jazz più puro e più ricercato. Ed infatti il risultato è stato strepitoso: alla fine di ogni concerto non è mai mancata la standing ovation del pubblico e la richiesta di numerosi bis a conferma che l’Arte quando è cosi ricercata è davvero apprezzata e amata.

John Patitucci si è esibito in altri concerti durante la manifestazione con il suo “JOHN PATITUCCI ELETTRIC GUITAR QUARTET  feat ADAM ROGERS , STEVE CARDENAS  , BEN  PEROWSKY”. Questa volta solo al basso elettrico, insieme ad Adam Rogers e Steve Cardenas alla chitarra elettrica, e Ben Perowsky alla batteria, proponendo un repertorio che ha spaziato tra jazz, soul, blues e fusion. Partendo dal suo amore per la musica di Monk, Patitucci ha concluso poi il concerto con il tributo a B.B. King che ha entusiasmato la platea.

Altra conferma di Umbria Jazz, già proposta nell’edizione estiva, è stata la pianista  giapponese Chihiro Yamanaka:CHIHIRO YAMANAKA  UK TRIO feat SHANEY FORBES and DAN CASIMIR”, vera star del pianoforte jazz accompagnata da due musicisti inglesi Shaney Forbes alla batteria e Dan Casimir al contrabbasso in una sorta di viaggio nella musica jazz rivisitata con il suo enorme talento come l’emozionante “Summertime” o “Entertainer ” colonna sonora del film “La Stangata ” o una splendida versione di “Per Elisa” .


Altro progetto di grandissimo successo, ideato in esclusiva per Umbria Jazz, al Teatro Mancinelli con Ryan Truesdell: GIL EVANS “MILES AHEAD” and  “PORGY & BESS” directed by RYAN TRUESDELL  feat  JAY ANDERSON, STEVE WILSON & LEWIS  NASH special guest PAOLO FRESU, che ha diretto una grande orchestra, tutti musicisti italiani di gran valore, per l’omaggio, su partiture e arrangiamenti originali, a Gil Evans con quattro ospiti eccezionali: Jay Anderson al contrabbasso, Steve Wilson al sax alto, Lewis Nashville alla batteria e Paolo Fresu alla tromba nel ruolo che fu appunto di Miles Davis.

La formula sassofono-batteria non è molto comune ma con il duo Steve Wilson e Lewis Nash diventa non più una formazione minimale ma una vera e propria delizia per gli appassionati. I due musicisti hanno coinvolto il pubblico in concerti davvero straordinari presentando un nuovo disco live che sarà di sicuro successo. Già presenti nella scorsa edizione del Festival, hanno nuovamente riempito le sale del Palazzo del Popolo e del Museo Emilio Greco e li risentiremo sicuramente in diversi festival e club italiani a riproporre la loro musica particolare ma non per questo non di grande impatto musicale e successo di pubblico.


Di notevole importanza anche i concerti di Max Ionata Organ Trio con Max Ionata al sax tenore, Alberto Gurrisi all’organo Hammond, Nicola Angelucci alla batteria che per l’occasione ha presentato il  nuovo progetto discografico “Rewind”,  il duo Dado Moroni /Luigi Tessarollo che ha presentato in esclusiva il loro nuovo cd “Talking Strings” che usciraà all’inizio del 2017, o il giovane Trio degli Accordi Disaccordi, bravissimi nel proporre il loro repertorio di gipsy jazz ispirato al chitarrista gitano Djiango Reinhardt.

Di grande coinvolgimento i due appuntamenti di fine anno : al Palazzo del  Popolo l’attesa della mezzanotte con il divertimento e la gioia della musica swing con la Swing Valley Band capitanata da Giorgio Cuscito e gli Hot Swing Dancers che hanno ballato e fatto ballare tutto il pubblico sulle note dei brani anni ’30 , e l’attesissimo appuntamento al Teatro Mancinelli con il coro gospel di Dexter Walker & Zion Movement per festeggiare la notte di Capodanno con una musica trascinante ed emotivamente molto coinvolgente, e nel finale l’intero coro tra il pubblico a cantare e ballare tutti insieme.

Grande soddisfazione quindi per tale edizione. Appuntamento per l’edizione estiva a Perugia dal 7 al 16 luglio e per quella invernale sempre ad Orvieto dal 28 dicembre al 1 gennaio 2018 per quella che sarà un’edizione speciale perchè saranno celebrati i 25 anni dell inizio di tale Festival.

Articolo e Foto di Annamaria De Crescenzo

About the author

Annamaria De Crescenzo

Annamaria De Crescenzo

Amante del ballo praticamente da sempre, la sua vita ludica è cambiata con l'incontro fortuito con una Nikon, ora riempie i vuoti lasciati dal ballo facendo foto e scrivendo recensioni sugli eventi musicali.

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi