Sound&Vision

Trio Bobo @ Triennale Milano Teatro, JazzMi

FG Music Photo
Scritto da FG Music Photo

In questa serata sul palco della Triennale di Milano ad esibirsi saranno il Trio Bobo con la partecipazione straordinaria dell’artista indiana Varijashree Venugopal.

Doppio appuntamento in questa serata sul palco della Triennale di Milano, dove ad esibirsi saranno il Trio Bobo con la partecipazione straordinaria dell’artista indiana Varijashree Venugopal, già ospite nelle tracce dell’album “Sensorround”, terza fatica della band. A seguire lo spettacolo di Paolo Jannacci, figlio dell’indimenticabile Enzo e di cui tratteremo a parte.
La serata si annuncia spiritosa e divertente fin dalle prime battute, siano esse musicali o a base degli sketch che i tre musicisti ci dispensano in quantità industriale ma di qualità artigianale. Maniacali nella costruzione e cura dei brani i tre musicisti non si risparmiano per nulla nel proporli con cura certosina alla platea della Triennale. Brani quali “Brochure” oppure “Tigullio Blues” o ancora “1970 il caso Menconi” danno l’esatta dimensione delle grandi abilità tecniche di questi straordinari professionisti della musica, i quali, spaziando da un genere all’altro con estrema semplicità e competenza, dimostrano ancora una volta che rinchiudere l’arte e la scienza dell’organizzazione dei suoni, dei rumori e dei silenzi nel corse del tempo e dello spazio in un genere piuttosto che in un altro, sia una limitazione imposta dall’uomo per la sua incapacità di godere del bello senza imporre un’etichetta, spesso limitativa ed a tratti anche discriminatoria.
Ciò che persegue, a mio modesto parere, il Trio Bobo è l’esatto contrario.
La loro mission pare essere quella di liberare la musica da ogni sorta di prigionia, abbattendo muri, sbarre, recinzioni e qualsiasi altro ostacolo possa limitarla in qualunque modo.
Ghetto”, con la straordinaria interpretazione di Varijashree Venugopal, ne è la prova lampante.
Una canzone che denuncia una situazione sociale spesso di comodo (relegare delle minoranze in una zona geografica definita di città o altro), che li vede contrari a prescindere verso questo tipo di soluzione. La leggerezza della melodia che accompagna i versi di questo brano fa il resto.
Uno spettacolo divertente grazie alla simpatia dei protagonisti e musicalmente di altissimo livello.
Cosa poter chiedere di più?
Un ringraziamento a Ponderosa Music & Art per la disponibilità e cortesia che da sempre li contraddistingue.

Testo e foto di Gigi Fratus

About the author

FG Music Photo

FG Music Photo

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi