Recensioni

Sophie Tassignon – Mysteries Unfold

Fortunato Mannino

L’album pone al centro della narrazione la Donna, le sue battaglie e le ingiuste sconfitte imposte da una società prettamente maschilista

La voce è forse lo strumento più bello che è stato donato all’uomo. Nessun altro essere vivente ha, infatti, la possibilità di articolare e condividere i suoi pensieri e le sue emozioni. Musicalmente parlando è il più atavico tra gli strumenti pensiamo, per esempio, ai cries e ai calls che sono alla base della musica nera americana e, a loro volta, una memoria che affonda le sue radici nella notte dei tempi.
La Musica è per eccellenza il luogo delle belle voci e delle voci indimenticabili, ma tra l’essere intonati e possedere un’estensione vocale tale da trasformarle in un vero e proprio strumento musicale la differenza è molta. Una delle voci più belle che oggi il panorama musicale e internazionale propone è quella di Sophie Tassignon.
Una fama che l’artista belga si è costruita lungo gli ultimi vent’anni e attraverso svariate esperienze musicali. Ma se la voce è una dote naturale da coltivare quotidianamente, la ricerca dei chiaroscuri che la Parola regala nelle diverse lingue, cinque quelle che parla in modo fluido Sophie Tassignon e sta studiando l’arabo, è indice di grande passione per la stessa. Quando questi due elementi si sublimano nella vita e nell’opera di una sola persona ecco che si materializza un album dal sapore quasi mistico.
Questa la sensazione che si prova ascoltando Mysteries Unfold, album di raffinata ed eterea bellezza uscito in aprile per la RareNoise Records.
Una bellezza formale che contrasta con la tematica dell’album che pone al centro della narrazione la Donna, le sue battaglie e le ingiuste sconfitte imposte da una società prettamente maschilista.
Il tema si dipana attraverso una sequenza di brani originali e cover di brani cantati da donne, anche se sfiderei chiunque a considerarle tali.
Un invito a non dimenticare ma, soprattutto, a non abbassare la guardia visto che un’effettiva parità di genere non è stata raggiunta né nel mondo che si proclama civilizzato né, tantomeno, in quello in cui vigono teocrazie e dittature. Non segnalerò dei brani perché tutti molto belli, ma v’invito caldamente a scoprirne la storia e ad immergervi nel mare di emozioni e colori che la voce della Tassignon regala.
Mysteries Unfold è, in assoluto, l’album dell’artista belga: lei lo concepisce, lei interpretata i brani, lei costruisce con l’uso dell’elettronica i paesaggi, che fanno da sfondo alle sue parole. Il risultato finale è un meraviglioso unicum, che va ad impreziosire la produzione della RareNoiseRecords.

About the author

Fortunato Mannino

Fortunato Mannino

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi