Recensioni

Settore Giada – Per Elisa

Fortunato Mannino

un album intenso ma non immediato che, ascolto dopo ascolto, lascia un segno.

Una delle innegabili qualità dei musicisti underground è quella della sperimentazione. Purtroppo, però, spesso le case discografiche non sono pronte ad investire tempo e denaro su questi gruppi. “Prima il profitto e poi la qualità!” sembra essere questo il motto imperante. Oggi, però, Vi proponiamo un connubio ben riuscito.
La Seahorse Recordings è un’etichetta discografica indipendente che ha come obiettivo la valorizzazione di tutto ciò d’interessante e innovativo c’è nel mondo della musica underground. Non si è posta limiti di genere ma limiti qualitativi e ciò non può farci che piacere.
Tra i gruppi che fanno parte della scuderia ci sono i Settore Giada. Si tratta di un duo anglo-svizzero che propone un sound sperimentale che sfugge a qualsiasi etichettatura.
Il prodotto di questa sinergia è Per Elisa! Uscito il 28 maggio consta di 14 tracce (10 brani e 4 remix) che proiettano l’ascoltatore in quella realtà metropolitana fatta di storie al limite e tanta malinconia
Tra i brani più belli dell’album c’è sicuramente la title-track. Ali Salvioni narra la storia di Elisa, ragazzina diventata donna troppo presto, della sua vita al bivio tra perdizione e indifferenza. Alan Bagge con la sua batteria crea un paesaggio ipnotico e claustrofobico. Per darVi un po’ l’idea della bellezza e dell’intensità del brano riporto gli ultimi versi che, a mio avviso, sono particolarmente significativi: …Cerca aiuto / cerca rogna / trova sesso / trova amore / non lo vede / il destino di cerca. Difficile aggiungere commenti senza scadere nel patetico!
Toni decisamente diversi li troviamo in Candy. La recita diventa canto; la lingua inglese prende il posto di quella italiana; i ritmi ossessivi e oppressivi lasciano il posto alla melodia. Una melodia romantica che non suscita, però, sensazioni di gioia ma bensì di amara malinconia.
Come detto il sound e l’interpretazione dei brani non è sempre uguale ma, a questo punto, tocca a Voi scoprire un album intenso ma non immediato che, ascolto dopo ascolto, lascia un segno.

About the author

Fortunato Mannino

Fortunato Mannino

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi