Recensioni

Red Kite – Red Kite

Fortunato Mannino

Un gran bell’esordio che trascina in un vortice di emozioni

Non solo i Grandi del Jazz in casa RareNoiseRecords ma anche nomi importanti del rock, che nel Jazz vedono una nuova frontiera creativa. Ad intraprendere questo nuovo percorso sono i Red Kite, super-gruppo formatosi intorno al 2016 e che riunisce alcuni degli esponenti più importati dell’heavy norvegese: il chitarrista Even Helte Hermansen, il bassista Trond Frønes, il tastierista Bernt André Moen e il batterista Torstein Lofthus. Nomi, probabilmente, poco noti al pubblico italiano ma decisamente conosciuti nel mondo e scandinavo e, se avrete voglia di ascoltare l’omonimo album, capirete anche il perché. Per quel che ci riguarda abbiamo apprezzato la tecnica, la creatività e, soprattutto, la capacità di coniugare le suggestioni e la potenza del rock con quelle che sono le atmosfere e le sonorità tipiche del Jazz.
Non è un caso che il primo brano sia un tributo / rivisitazione del brano Ptah, the El Daoud di Alice Coltrane. Undici minuti che rappresentano un po’ il biglietto da visita dei Red Kite, che ribaltano completamente la prospettiva del brano che viene spogliato della sua originaria spiritualità per essere rivestito di un vigore e di un’aggressività tipicamente heavy.
Gli altri quattro brani sono originali e comprendono un’altra lunga suite. Le atmosfere meditative e notturne fanno di You Don’t Know, You Don’t Know il mio brano preferito. Al contrario di altri album non ha una via narrativa da percorrere o da ricostruire, la stessa band afferma che i titoli sono il frutto di giochi di parole o paradossi perché, in fondo, è un po’ un paradosso dover raccontare ciò che non ha parole. Ma il fatto che non vi sia da un punto di vista prettamente concettuale una linea predeterminata, non è detto che manchi dal punto di vista emozionale. L’ascoltatore, infatti, verrà trascinato volente o nolente in un vortice di emozioni alle quali dovrà dare un nome. E quel vortice è costituito sia dall’insieme di esperienze e suggestioni musicali che i Red Kite convogliano in ogni singolo brano sia dall’entusiasmo assolutamente percepibile con cui il gruppo affronta questa avventura.
Un grande casa discografica non poteva non tenere a battesimo che un gran bell’esordio.

About the author

Fortunato Mannino

Fortunato Mannino

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi