Recensioni

Paul Roland – Hexen

Fortunato Mannino

a rendere l’album imperdibile è proprio lo stile personalissimo e inimitabile di Paul Roland. Uno stile che ha come cardini una grande capacità di scrittura, una voce calda ed evocativa, una musicalità che sa fondere l’elemento classico con suggestioni psichedeliche

Chiudiamo la nostra breve e affascinante incursione nel cinema muto anni ’20 presentando un album che già aveva trovato posto nella mia personale classifica degli album più belli del 2013: Hexen di Paul Roland.
Paul Roland, lo ricordiamo spero solo per i lettori più giovani, è un fine intellettuale nonché un originalissimo cantautore. Cantautore, novelliere, scrittore spesso si è interessato al soprannaturale, all’occulto, a quel mondo che un po’ genericamente definiamo gotico, e lo ha fatto ora in modo romantico e romanzesco ora con rigorosità scientifica.
Non stupisce, dunque, che l’occhio attento e curioso dell’intellettuale e del cantautore si sia posato su Häxan film documentario del regista danese Benjamin Christensen.
La pellicola, tra le più costose del suo tempo, venne proiettata nelle sale nel 1922 ed è un excursus nel mondo della stregoneria, dell’occultismo, della superstizione. La prima parte del film non vede impegnati attori ed è essenzialmente una sequenza di foto, disegni e plastici grazie ai quali il regista spiega, partendo dall’antichità e fermandosi al Medioevo, l’evoluzione dei concetti di bene e male.
Nella seconda parte, ambientata nel Medioevo, vengono messi in scena tutti gli stereotipi inerenti la stregoneria: dalle pozioni magiche al volo sulla scopa, dai malefici all’accoppiamento con il diavolo. Il processo alla strega da parte dei frati dell’inquisizione ci proietta in quelle che sono le scene più famose del film. La vecchia strega, sotto tortura, racconta ai monaci il rito del sabba che, dopo sfrenate danze con i diavoli, si conclude con il bacio sacrilego all’ano di Satana. Nell’ultima parte del film, che dura in tutto quasi due ore, il pensiero e l’intento del regista appaiono chiari: denunciare i danni che provoca e ha provocato la superstizione che nelle stranezze non ha visto, non ha voluto o potuto vedere una patologia, ma bensì il diabolico. Film interessante nel quale si possono notare anche particolari effetti speciali ma che, per le tematiche trattate, subì la censura di molti paesi. Tra le fonti del film anche lo studio del Malleus Maleficarum libro, che insieme a pochi altri, possiamo definire paradossalmente maledetto.
Una vera e propria colonna sonora originale del film non esiste o se è esistita è andata perduta. È molto probabile, però, che ad accompagnare le immagini della prima sia stata una selezione di brani di musica classica anche questa perduta.
Il progetto originario di Paul Roland era quello di riscrivere le musiche e aggiungere nuove didascalie esplicative, ma problemi burocratici hanno impedito che ciò avvenisse e le composizioni sono confluite in Hexen. Le atmosfere, come ovvio che sia, sono gotiche, spettrali e richiamano alle scene / tematiche principali del film, ma a rendere l’album imperdibile è proprio lo stile personalissimo e inimitabile di Paul Roland. Uno stile che ha come cardini una grande capacità di scrittura, una voce calda ed evocativa, una musicalità che sa fondere l’elemento classico con suggestioni psichedeliche. Ovviamente Paul Roland è molto altro e posso solo assicurare a chi ancora non ha scoperto la sua musica che, difficilmente, non completerà la discografia.
L’album è uscito per l’italianissima Palace Of Worms ed è disponibile nel formato cd e vinile. L’edizione in vinile ha una tiratura limitata a 200 copie e chi ha effettuato il pre-order prima del 7 marzo 2014, data del concerto di Piacenza, ha avuto la possibilità di avere la sua copia dedicata e autografata. Bella iniziativa di un’etichetta che si muove in un settore di nicchia come quello del neo-gotico, ma che propone musica eccellente di cui presto torneremo a parlare sulle nostre pagine.

Fortunato Mannino

About the author

Fortunato Mannino

Fortunato Mannino

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi