News

Paola Tagliaferro, Intervista

L’eredità musicale che Greg Lake ha lasciato all’umanità è la “Liaison” con il suo Spirito, io grazie alla guida di Regina ho cercato la “Frequenza musicale” di Greg Lake.

The musical legacy that Greg Lake left to humanity is the “Liaison” with his Spirit, I, thanks to Regina’s help, searched for Greg Lake’s “Musical Frequency”.

Paola Tagliaferro sings Grag Lake si annuncia come uno degli album più belli del 2021. Ho avuto diverse volte la possibilità di parlare con Paola e quello che mi ha colpito è stata la sua grande umanità. Per questa ragione, al semplice scrivere una recensione, ho preferito invitarla a raccontare di sé, della sua amicizia con Greg e Regina Lake, della sua Musica e dei suoi progetti.

Ciao Paola e benvenuta su SOund36. I nostri lettori ti hanno conosciuta nel 2018 in occasione dell’uscita di Fabulae. Un album che ascolto volentieri, ma che ha raccontato solo un momento di quella che è la tua attività e il tuo impegno artistico. Ti chiedo, prima di approfondire quello che è il tuo ultimo lavoro, di raccontarti brevemente ai nostri lettori.
Ciao Fortunato e un saluto a tutti i lettori. Sono Paola Tagliaferro cantante, compositrice e ricercatrice del “Suono primordiale”. Ho studiato con Amelia Cuni canto Dhrupad al Conservatorio di Vicenza e ho pubblicato con Owl Records 6 album:
Linee dell’Anima (2008), Fusion (2008), Chrysalis (2009), Milioni di Lune (2012), Fabulae (2018), Paola Tagliaferro sings Greg Lake (2021).
Nel 2012 ho organizzato per Greg Lake tre date del tour italiano: Verona, Zoagli, Milano. La data di Zoagli l’avevo organizzata con il Comune di Zoagli e il Festival Internazionale di Poesia di Genova. L’anno seguente Claudio Pozzani, presidente del Festival, mi ha chiesto di rinvitare Greg Lake per una concerto/reading a Palazzo Ducale di Genova. Greg Lake ha accettato con piacere l’invito e poi si è fermato con sua moglie Regina qualche giorno a Santa Margherita Ligure. Io fin dal primo momento ero rimasta impressionata dalla sua voce e dalla sua personalità. La sua presenza riempiva ogni spazio e si rivolgeva a me come un gentiluomo. Anche Regina mi aveva subito colpito per la sua grazia e gentilezza. La forza della loro unione era evidente. Sono ricordi indimenticabili fatti di musica, dialoghi, risate ed emozioni.
Io e Greg abbiamo tenuto una corrispondenza dal 2012 fino a due mesi prima della sua morte. Lui mi voleva come Ambasciatrice della sua Musica nel Mondo, così mi aveva scritto.
Durante la nostra corrispondenza, Greg ha ascoltato alcune tracce di miei pezzi inediti, apprezzava la mia voce e mi ha incoraggiato a rendermi autonoma e indipendente nella composizione e registrazione dei pezzi. Mi ha suggerito tanti importanti segreti tecnici e non solo. Eravamo diventati amici. Purtroppo nel 2015 ero stata informata della sua malattia e a Settembre 2016 ho ricevuto una sua mail nella quale mi comunicava che stava morendo… Ero rimasta paralizzata leggendola, non sapevo cosa rispondere, non avevo mai parlato con lui di spiritualità. Così gli ho scritto “Caro Greg ho studiato diverse filosofie antiche e credo che noi viviamo molte vite in questo livello e in altri, fino a staccarci completamente dalla materia per unirci alla Fonte Primaria di Luce da cui tutto nasce. Io sono sicura che ci rincontreremo e qualsiasi forma avrai io ti riconoscerò perché la tua voce tocca la mia Anima”.
Greg mi ha risposto “D’accordo Paola qualsiasi cosa accadrà, noi resteremo in contatto”.
Durante una Meditazione, nel Gennaio 2017, avevo percepito la presenza di Greg e l’intuizione di proporre al Comune di Zoagli la Cittadinanza Onoraria a Greg Lake per l’importanza della sua opera nel mondo e in memoria del concerto del 30 Novembre 2012 a Castello Canevaro.
Ho cercato Regina, con cui non avevo più parlato dopo le sue visite in Italia, se non con una mail di sincere condoglianze. Greg mi aveva dato tutti i suoi contatti, così le ho telefonato.
Regina è stata molto gentile e accogliente. Dopo qualche settimana mi ha dato il suo consenso e il mio Comune ha votato all’unanimità la Cittadinanza Onoraria a Greg Lake.
Con l’Accademia Internazionale delle Arti (associazione senza scopo di lucro di cui sono presidente) ho organizzato un bellissimo evento, assieme al Comune di Zoagli e al Festival Internazionale di Poesia. Poi sempre con lo stesso staff ho organizzato il 1° e il 2° Art in Progress Event in Memory of Greg Lake, con ospiti importanti e con Regina Lake come Madrina affiancata nel 2019 da Elinor Emerson, ex moglie di Keith Emerson.

Raccontaci come nasce l’idea di “Paola Tagliaferro sings Greg Lake” e cosa hai chiesto ai tuoi virtuosi compagni de La Compagnia dell’Es.
Nell’estate 2019 Didy Pasini Ciriani, fan degli ELP, incontrata agli eventi da me organizzati, mi ha proposto di portare il “2° Art in Progress Event in Memory of Greg Lake” in tour a Palmanova con il concerto di Ethan Emerson e il mio concerto con “La Compagnia dell’Es”, sempre accompagnati dalle due splendide Madrine. Durante quell’estate Regina Lake mi ha suggerito che sarebbe stato bello se io avessi registrato un album con i pezzi che più amavo di Greg Lake il cui titolo, desiderava fosse, “Paola Tagliaferro canta Greg Lake”. Io emozionata ho risposto che ne avrei parlato con gli attuali componenti della band “La Compagnia dell’Es”, dopo il concerto di Palmanova. Tutti hanno accettato con entusiasmo mettendo il loro talento al servizio di questo album: Pier Gonella chitarra, Giulia Ermirio viola, Andrea Zanzottera piano, Enten Hitti (Pierangelo Pandiscia e Gino Ape) liuto/campanelle, oboe/xilophono, U.T.Gandhi percussioni. Vincenzo Zitello che io stimo e ammiro da molto tempo è stato da me coinvolto nella fase finale della produzione e ha accettato con entusiasmo di mettere la sua meravigliosa arpa sul mio canto a cappella in Promenade2. Ho prodotto personalmente gli arrangiamenti con la collaborazione dei musicisti che hanno interpretato liberamente le parti a loro assegnate. Regina Lake ha fatto al mio fianco la co-produzione artistica e mi ha guidato per ore nell’ascolto dei brani di Greg e nello studio degli stessi, soprattutto della parte cantata. Un viaggio lungo, difficile, profondo che mi ha insegnato moltissimo. Pier Gonella, oltre che la prima chitarra, è stato il mio assistente alla produzione e ingegnere del suono. Con Pier ho fatto tutti i mix e il progetto grafico. Per la copertina ho chiesto a Regina se potevo usare il suo ritratto di Greg perché mi piaceva particolarmente. Lei gentilmente ha acconsentito e mi ha suggerito di affiancare una mia immagine. Quanti momenti emozionanti ho vissuto in questo viaggio… 

“Paola Tagliaferro sings Greg Lake” non è un semplice tributo ma l’omaggio a uno dei sentimenti più belli: l’amicizia. Di Greg Lake sappiamo moltissimo e la sua morte ha solo sancito il suo passaggio dalla storia alla leggenda. A te che hai avuto la fortuna di frequentarlo chiedo la condivisione di un ricordo o di un aneddoto del Greg privato.

Greg Lake è stato uno dei protagonisti che hanno scritto alcune importanti pagine della Storia della Musica. Prima con i King Crimson e poi con gli Emerson, Lake & Palmer. Come tutti i Grandi era una persona con grande carisma e forte personalità. Era sicuramente un perfezionista e una persona etica, doti che ho riscontrato anche nella sua compagna di tutta la vita, Regina Lake. Greg Lake era un musicista geniale e un galantuomo. Nel 2013 dopo averlo accompagnato come ospite al Festival Internazionale di Poesia di Genova, lui si era fermato con Regina per qualche giorno di vacanza a Santa Margherita Ligure. In quell’occasione avevo organizzato una cena privata al ristorante Pitosforo di Portofino dell’amico Carmelo Carluzzo. Eravamo in pochi intimi amici e Greg con una chitarra trovata nel ristorante e con il pianoforte a coda ci ha cantato per più di un’ora tutti i suoi pezzi più belli. Non dimenticherò mai quella meravigliosa serata.

Nelle vostre conversazioni immagino che avrete parlato tante volte di Musica e avrete ripercorso gli anni d’oro del Prog. Qual è la cosa / l’episodio che ti ha colpito di più di quei racconti e qual era il suo giudizio sul nuovo panorama musicale?
Durante i suoi live lui raccontava molti aneddoti della sua carriera, racconti riportati nella sua autobiografia “Lucky Man”. Greg Lake amava la Musica di Qualità. Ricordava il leggendario Hank Marvin (Shadows), Little Richard, i Beatles che diceva saranno sempre i “Primi nel Mondo” e Elvis Presley che definiva il “Re”. Greg aveva un grande amore e rispetto per le belle voci di Luciano Pavarotti, Edith Piaf e Jonny Hallyday. Greg aveva un grande amore e rispetto per la voce di Pavarotti e diceva attraverso l’emozione di Edith Piaf era stato ispirato a scrivere C’Est la Vie con cui Jonny Halliday ha raggiunto la 1* posizione nella classifica francese. 

From The Beginning – Epitaph-Battlefield sono il brano iniziale e quello finale dell’album. Una scelta che tutto sembra tranne che casuale. La mia sensazione è che tu, attraverso quei testi, abbia voluto intraprendere un viaggio nell’essenza stessa della vita che non si esaurisce con la morte. E a questo punto ti chiedo: cosa sono per te la Vita e la Morte?

Vita e Morte sono per me, come per molti altri, semplici cambi di stato da una dimensione a un’altra. La fonte Divina, che è in tutti noi e dà origine ad ogni cosa, è Eterna.

Ho ascoltato tante volte i brani di “Paola Tagliaferro sings Greg Lake” e sono rimasto affascinato dalla dimensione spirituale che ne hai dato. La mia sensazione, guardando anche la sequenza dei brani, è che tu non abbia voluto solo omaggiare Greg Lake, ma che tu abbia provato a dargli voce da un’altra dimensione. Ed è proprio questa tua visione che dà personalità e spessore all’album. Quanto sbaglio nel fare queste affermazioni?
L’eredità musicale che Greg Lake ha lasciato all’umanità è la “Liaison” con il suo Spirito, io grazie alla guida di Regina ho cercato la “Frequenza musicale” di Greg Lake. Ho studiato e mi sono esercitata molte ore e alla fine l’ho percepita e ho interpretato e registrato le sue magnifiche canzoni con la Voce della mia Anima e con la Musica della mia band.

Quale dei brani che hai scelto senti più tuo e perché?
Amo tutti i brani che ho cantato in questo album, ma sono molto legata ai testi di Promenade2, The Sage e Epitaph per il messaggio importante che contengono.

Nel 2017 è stata conferita anche se postuma a Greg Lake la cittadinanza onoraria di Zoagli. Tu sei stata la promotrice di questa bella iniziativa e da allora ne tieni viva la memoria con belle iniziative. Hai già pensato, dopo un anno così complesso, alle iniziative per la prossima estate?
Sicuramente cercherò di realizzare il “3° Art in Progress Event in Memory of Greg Lake” con ospiti e qualche live con “La Compagnia dell’Es”, ma, vista la situazione della pandemia, non so ancora se sarà possibile.

A questo punto non mi resta che salutarti e ringraziarti per la tua cortesia.
Grazie a te Fortunato e un saluto a tutti i vostri lettori di SOund36.

English Version:
Written by Fortunato Mannino
Paola Tagliaferro interview.

Paola Tagliaferro sings Greg Lake promises to be one of the most beautiful albums of 2021. I have had the opportunity to speak with Paola several times and what struck me was her great humanity. For this reason, to simply write a review, I preferred to invite her to tell about herself, her friendship with Greg and Regina Lake, her music and her projects.

Hi Paola and welcome to Sound36. Our readers met you in 2018 on the occasion of the release of Fabulae. An album that I listen to with pleasure, but that has only told a moment of what your business and your artistic commitment are. Before delving into what your latest work is, I ask you to briefly tell our readers.
Hello Fortunato and greetings to all readers.
I am Paola Tagliaferro singer, composer and researcher of the “primordial sound”. I studied with Amelia Cuni, I sing Dhrupad at the Conservatory of Vicenza and I released 6 albums with Owl Records:
Lines of the Soul (2008), Fusion (2008), Chrysalis (2009), Millions of Moons (2012), Fabulae (2018), Paola Tagliaferro sings Greg Lake (2021).
In 2012 I organized three dates of the Italian Greg Lake’s tour: Verona, Zoagli, Milan. I organized the Zoagli date with the Municipality of Zoagli and the Genoa International Poetry Festival.
The following year Claudio Pozzani, president of the Festival asked me to invite Greg Lake back for a concert / reading at Palazzo Ducale in Genoa. Greg Lake was pleased to accept the invitation and then stopped with his wife Regina for a few days in Santa Margherita Ligure. From the first moment I was impressed by his voice and his personality. His presence filled every space and he addressed me like a gentleman. Regina too had immediately struck me for his grace and kindness. The strength of their union was evident. They are unforgettable memories made of music, dialogue, laughter and emotions.
Greg and I corresponded from 2012 until two months before his death. He wanted me as an Ambassador of his Music in the World, so he had written to me.
During our correspondence, Greg listened to some tracks of my unreleased pieces, he appreciated my voice and encouraged me to become autonomous and independent, in the composition and recording of the pieces. He suggested many important technical secrets and more. We had become friends. Unfortunately in 2015 I was informed of his illness and in September 2016 I received an email from him in which he informed me that he was dying … I was paralyzed reading it, I didn’t know what to answer, I had never talked to him about spirituality.
So I wrote to him “Dear Greg I studied several ancient philosophies and I believe that we live many lives in this level and in others, until we completely detach ourselves from matter to join the Primary Source of Light from which everything arises. I am sure that we will meet again and whatever form you will have I will recognize you because your voice touches my Soul ”.
Greg replied “Okay Paola, whatever happens, we will stay in touch”.
During a Meditation, in January 2017, I perceived Greg’s presence and the intuition to propose Honorary Citizenship to Greg Lake to the Municipality of Zoagli for the importance of his work in the world and in memory of the concert on November 30th 2012 in Castello Canevaro.
I looked for Regina, with whom I had not spoken since her visits to Italy, except with an email of sincere condolences. Greg gave me all of her contacts, so I called her.
Regina was very kind and welcoming. After a few weeks she gave me her consent and my Municipality unanimously voted for Honorary Citizenship for Greg Lake.
With the International Academy of Arts (a non-profit association of which I am president) I organized a beautiful event, together with the Municipality of Zoagli and the International Poetry Festival. Then again with the same staff I organized the 1st and 2nd Art in Progress Event in Memory of Greg Lake, with important guests and with Regina Lake as Patron flanked in 2019 by Elinor Emerson, ex-wife of Keith Emerson.

Tell us how the idea of ​​”Paola Tagliaferro sings Greg Lake” was born and what you asked your virtuous companions of La Compagnia dell’Es.
In the summer of 2019 Didy Pasini Ciriani, ELP fan, met at the events I organized, proposed to me to bring the “2nd Art in Progress Event in Memory of Greg Lake” on tour in Palmanova with the Ethan Emerson concert and the my concert with “La Compagnia dell’Es”, always accompanied by the two splendid Patrons.
During that summer Regina Lake suggested to me that it would be great if I recorded an album with Greg Lake’s favorite songs whose title, she wanted,
“Paola Tagliaferro sings Greg Lake”. Excited, I replied that I would talk about it with the current members of the band “La Compagnia dell’Es”, after the Palmanova concert. Everyone accepted with enthusiasm, putting their talent at the service of this album: Pier Gonella guitar, Giulia Ermirio viola, Andrea Zanzottera piano, Enten Hitti (Pierangelo Pandiscia and Gino Ape) lute / bells, oboe / xylophone, U.T. Gandhi percussion. Vincenzo Zitello whom I respect and admire for a long time was involved by me in the final phase of the production and enthusiastically accepted to put his wonderful harp on my a cappella singing in Promenade2.
I personally produced the arrangements with the collaboration of the musicians who freely interpreted the parts assigned to them. Regina Lake did the artistic co-production alongside me and guided me for hours in listening to Greg’s songs and studying them, especially the sung part. A long, difficult, profound journey that taught me a lot.
As well as my first guitar, Pier Gonella was my production assistant and sound engineer. With Pier I did all the mixes and the graphic technician.
For the Cover of the Record I asked Regina if she would let me use her Drawing of Greg as I particularly like it. She kindly agreed and she suggested me that I add one of my images, Regina and I designed the cover. How many exciting moments I experienced on this journey …

“Paola Tagliaferro sings Greg Lake” is not a simple tribute but a tribute to one of the most beautiful feelings: friendship. We know a lot about Greg Lake and his death has only sanctioned his passage from history to legend. To you who have had the good fortune to attend him I ask to share a memory or an anecdote of private Greg.
Greg Lake was one of the protagonists who wrote some important pages in the History of Music. First with King Crimson and then with Emerson, Lake & Palmer. Like all the great he was a person with great charisma and strong personality. He was definitely a perfectionist and an ethical person, qualities that I also found in his lifelong partner, Regina Lake. Greg Lake was a brilliant musician and a gentleman. In 2013, after accompanied him as a guest at the Genoa International Poetry Festival, he stopped with Regina for a few days of holiday in Santa Margherita Ligure. On that occasion I organized a private dinner at the Pitosforo restaurant in Portofino by my friend Carmelo Carluzzo. We were a few close friends and Greg with a guitar found in the restaurant and with the grand piano sang all his best songs for more than an hour. I will never forget that wonderful evening.
In your conversations, I imagine that you have talked about Music many times and you will have retraced the golden years of Prog. What is the thing / episode that struck you the most about those stories and what was his judgment on the new musical landscape.
During his lives he told many anecdotes of his career, stories reported in his autobiography “Lucky Man”. Greg Lake loved Quality Music. He remembered the legendary Hank Marvin (Shadows), Little Richard, the Beatles he said will always be “First in the World” and Elvis Presley he called the “King”.
Greg had great love and respect for the beautiful voices of Luciano Pavarotti, Edith Piaf and Jonny Hallyday. beautiful Voice of Luciano Pavarotti and was inspired by the Emotion of Edith Piaf for his Song Cest la Vie, with which Jonny Halliday reached Number 1 in the french Hitparade.

From The Beginning – Epitaph-Battlefield the opening and closing tracks of the album. A choice that seems anything but casual. My feeling is that, through those texts, you wanted to embark on a journey into the very essence of life that does not end with death. And at this point I ask you: what are Life and Death for you?
Life and Death are for me, as for many others, simple changes of state from one dimension to another. The Divine source, which is in all of us and gives rise to everything, is Eternal.

I have listened to the songs of “Paola Tagliaferro sings Greg Lake” many times and I was fascinated by the spiritual dimension you gave them. My feeling, also looking at the sequence of songs, is that you didn’t just want to pay homage to Greg Lake, but that you tried to give him a voice from another dimension. And it is precisely this vision of yours that gives personality and depth to the album. How wrong am I in making these claims?
The musical legacy that Greg Lake left to humanity is the “Liaison” with his Spirit. Thanks to Regina’s guidance, I searched for Greg Lake’s “Musical Frequency”. I studied and practiced for many hours and in the end I perceived him and interpreted and recorded his magnificent songs with the Voice of my Soul and with the Music of my band.
Which of the songs you have chosen do you feel most yours and why?
I love all the songs I sang on this album, but I am very attached to the lyrics of Promenade2, The Sage and Epitaph for the important message that they contain.

In 2017 Greg Lake was awarded the honorary citizenship of Zoagli, albeit posthumously. You were the promoter of this beautiful initiative and since then you have kept its memory alive with beautiful initiatives. Have you already thought, after such a complex year, about the initiatives for next summer?
I will certainly try to make the “3rd Art in Progress Event in Memory of Greg Lake” with guests and some live shows with “La Compagnia dell’Es”, but, given the situation of the pandemic, I still don’t know if it will be possible.

At this point I just have to say hello and thank you for your kindness.
Thanks you Fortunato and greetings to all your Sound36 readers. 

Paola Tagliaferro la Compagnia dell’Es
Paola Tagliaferro

About the author

Fortunato Mannino

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi