Recensioni

Obake – Mutations

Fortunato Mannino

non ci resta che addentrarci nelle plumbee atmosfere e seguire lungo le otto tracce che compongono l’album la discesa agli inferi di quest’anima tormentata!

Paure primordiali come quella della morte, la necessità di dover spiegare fenomeni altrimenti inspiegabili, sono la base su cui poggiano miti, leggende e religioni. Civiltà lontanissime raccontano di entità benigne e maligne che si aggirano tra gli umani dispensando gioie e dolori, protezione e terrore. Un modo per esorcizzare la paura della morte e stabilire un rapporto con chi non è più, ma anche un modo per trasmettere regole sociali e morali. La tradizione giapponese è ricchissima di tali entità e tra queste vi è Obake che oggi ha il compito di introdurre la nostra recensione musicale. Personaggio spaventoso in grado di cambiar forma o spirito dannato che sia, è un’entità tutt’altro che benigna.
Gli Obake, ispirandosi a questa creatura dal fascino sinistro, hanno dato vita ad uno dei gruppi di metal grind core più interessanti della scena italiana e internazionale. Il loro sound, infatti, riesce non solo a ricreare quelle atmosfere sinistre peculiari al genere, ma le evolve contaminandole con sonorità diverse che attingono al jazz, al noise e all’ambient. Che si tratti di un album ben fatto, al di là del genere che può o non può piacere, lo dimostra la line-up! Sfiderei chiunque a mettere in discussione personalità musicali come Eraldo Bernocchi, compositore e chitarrista tra i più eclettici e versatili della nostra scena musicale; il bassista Colin Edwin, ex Porcupine Trees e Twinscapes, che di presentazioni non ne ha bisogno; il batterista ungherese Balázs Pándi, che grazie alla sua esperienza garantisce un’ottima sezione ritmica e, per finire, ultimo ma non ultimo, colui che con la sua voce dà corpo all’incubo, Lorenzo Esposito Fornasari. Non ci resta che addentrarci nelle plumbee atmosfere di Mutations, questo il titolo del loro secondo album uscito per la RareNoise Records, e seguire lungo le otto tracce che compongono l’album la discesa agli inferi di quest’anima tormentata!

Fortunato Mannino

About the author

Fortunato Mannino

Fortunato Mannino

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi