Recensioni

Nicola Pisu – Girotondo

Fortunato Mannino

Consigliato a tutti quelli che hanno un’anima!

Abbiamo incontrato Nicola Pisu e la sua Musica in occasione della riedizione in digitale del suo primo album Abacrasta e Dintorni. Allora definii quest’album un atto d’amore verso la Musica, un grande maestro, una terra bella e aspra quale è la Sardegna. In Girotondo, album uscito il 20 giugno, di tutto questo permangono echi, ma alla fine si ha la bella sensazione di trovarsi di fronte ad un album senza tempo e di fronte ad un cantautore sensibile e ispirato il cui nome non sfigurerebbe affatto vicino a quello dei grandi o presunti tali.
Undici poesie, a volte proposte in forma di ballata, che raccontano le vite dei fantasmi che pullulano nelle nostre città. Storie di emarginazione, di violenza, di sogni infranti, storie che è più comodo non ascoltare.
La vita degli ultimi, dei vinti è il fulcro attorno a cui ruota la riflessione poetica di Nicola Pisu. La vita di questi invisibili viene spogliata dal lordume del pregiudizio e proiettata in una dimensione romantica dove, nella titanica lotta per il quotidiano, a perdere siamo tutti.
Questa riflessione poetica si apre e si chiude con due brani simbolo: Madre, preghiera intensa, struggente, disperata di chi non ha più nulla da perdere e Il Gallo Canta, vero e proprio j’accuse nei confronti di chi guarda e passa, nei confronti di chi si pensa salvo solo perché santifica il dì di festa.
In mezzo scorrono una dopo l’altra le vite di questi Cristi, specchio crudele di un mondo malato che ha imposto e impone valori tanto effimeri quanto letali. Cristi che giorno dopo giorno inchiodano silenziosamente il mondo alle sue responsabilità. Barba Bianca, barbone che vaga senza una meta nelle vie di una città addobbata per le feste di Natale, diventa stereotipo del nostro degrado morale.
Al pessimismo fa però eco la speranza e l’aver, mi ripeto, proiettato in una dimensione romantica la vita degli umili. Questo è un chiaro invito ad osservare con più attenzione la realtà che ci circonda, a rivalutare con più serenità il concetto di benessere, a ritornare, se si hanno, a quei valori che tutte le regioni predicano e che puntualmente vengono disattesi.
Trasformare tutto questo in poesia non era impresa semplice e Nicola Pisu c’è riuscito perché ha saputo conciliare l’arte del saper scrivere con una grande sensibilità morale.
Consigliato a tutti quelli che hanno un’anima.

Fortunato Mannino

About the author

Fortunato Mannino

Fortunato Mannino

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi