Sound&Vision

Negramaro @ Palalottomatica, Roma

Percorrendo un viaggio artistico, i Negramaro hanno confermato di essere in un momento di forma eccellente esibendosi in un trionfo di luci, suoni e colori!

Seconda tappa romana per il sold-out tour “Amore Che Torni – Indoor” dei salentini Negramaro, capitanati da un Giuliano Sangiorgi in assoluto stato di grazia.
Tournée riprogrammata e, perciò, posticipata a seguito dei noti fatti: quell’emorragia cerebrale che, lo scorso settembre, colpì il chitarrista Lele Spedicato, rientrato comunque in tempi record più o meno in pianta stabile nel gruppo, anche se ottimamente rimpiazzato, stasera, dal fratello Giacomo, coccolatissimo fin dai primissimi accordi dalla band tutta.
E, di fatto, Giuliano & Co. hanno proseguito la favola cominciata lo scorso anno negli stadi con l’allestimento di un palco spettacolare, impreziosito da una scenografia mutevole e studiata in ogni minimo particolare, frutto dell’immaginario collettivo della band intera.
Poco dopo le 21 si spengono le luci del Palalottomatica e, nell’oscurità che avvolge il primo dei brani in scaletta, i Negramaro aprono le danze col chiaro intento di scatenare animi e cuori degli spettatori accorsi.
Ed ecco allora alternarsi i pezzi che hanno, nel tempo, confermato e decretato l’enorme popolarità della band, coi singoli estratti dall’ultima fatica del gruppo, “Amore che Torni”.
Insomma, come in ciascuna delle date precedenti, percorrendo un viaggio artistico ed emotivo, anche stasera i Negramaro hanno confermato di essere in un momento di forma a dir poco eccellente esibendosi in un trionfo di luci, suoni e colori, di fronte ad un pubblico romano che, come spesso accade, fra bandane al vento e cori da stadio, ha manifestato a più riprese segnali di profondo affetto verso un gruppo di “amici”, prima ancora che di musicisti che, anche grazie a concerti come questo, è tornato a festeggiare ed omaggiare la bellezza della vita, dopo il periodo difficile attraversato, appunto, sul finire dello scorso anno.
Articolo e Fotografie di Bruno Pek Pecchioli.

About the author

Bruno Pecchioli

Bruno Pecchioli

Bruno "Pek" Pecchioli. Romano per nascita e tradizione.
Fotografo per consapevolezza e necessità.
Viaggiatore periodico.
Ferocemente dipendente da ciò che meraviglia.
E la musica è meraviglia. Sempre. Until the end.

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi