Sound&Vision

Nada @ Villa Ada Incontra Il Mondo, Roma

La giornata mondiale del rifugiato a Villa Ada porta sul palco molti musicisti. Nada, con la sua bella voce e la sua grinta, ne è indiscussa protagonista!

In occasione della Giornata mondiale del rifugiato è stato organizzato un live a cura della kermesse estiva Villa Ada Incontra Il Mondo e che ha visto la partecipazione di alcuni artisti provenienti dall’Africa e dai luoghi in cui si soffre nel mondo e che vede ogni giorno uomini e donne fuggire dalla propria terra natale per cercare rifugio in occidente.
Si inizia quindi con l’Orchestra dei Braccianti e la Dj di origini liberiane Mary Gehnyei, chiamati per scaldare il pubblico accorso per celebrare la manifestazione in cui l’UNHCR ha lanciato la campagna #WithRefugees che durerà fino al 19 settembre. La campagna ha come obiettivo quello di far conoscere i rifugiati attraverso i loro sogni e le loro speranze: prendersi cura della propria famiglia, avere un lavoro, andare a scuola e avere un posto che si possa chiamare “casa”.
Molti personaggi pubblici, artisti e cantanti hanno aderito a questa iniziativa e tra questi la cantante Nada, che ha ulteriormente impreziosito la serata con il suo live riuscendo a dare la carica al pubblico accorso numeroso con la sua grinta, la sua voce e quell’aria sbarazzina e sognante che non l’ha mai abbandonata.
Oltre a i suoi successi storici come Amore Disperato, Ti Stringerò e Ma Che Freddo Fa, la cantante livornese interpreta le canzoni del suo concept album “È Un Momento Difficile Tesoro”, uscito nel 2019.
Un disco fortemente autobiografico che la stessa Nada descrive come “dieci canzoni nate negli abissi del mio nero profondo, per poi misteriosamente raggiungere i colori e la leggerezza del pensiero, finalmente libero di andare dove portano sentimento e ragione che si uniscono per diventare tutt’uno”.
La nuova Nada incontra decisamente il gusto del pubblico anche con i nuovi pezzi dimostrando ancora una volta di essere la beniamina di chi ama la buona musica che faccia anche riflettere.
Articolo e Fotografie di Stefano Ciccarelli.

About the author

Stefano Ciccarelli

Stefano Ciccarelli

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi