Soundcheck

Mechanical Butterfly – Irresistible Gravity

Fortunato Mannino

gruppo lontano dai riflettori di programmi confezionati o di pseudo serate evento celebrative del nulla trionfante, si propone con un album che definire intrigante è veramente riduttivo

Probabilmente questi ultimi anni saranno ricordati più per il contributo che i gruppi hanno dato all’evoluzione di genere che per vere e proprie correnti musicali. In questo clima anche la scena Prog, sempre facile ad etichettature negative, sembra ritornata agli antichi splendori. Gruppi storici che tornano a incidere, ristampe ben curate che rispondono alla richiesta di un pubblico sempre più esigente e gruppi che, lontani dai riflettori di programmi confezionati o di pseudo serate evento celebrative del nulla trionfante, si propongono con album che definire intriganti è veramente riduttivo. Un esempio!?!? The Irresistible Gravity dei Mechanical Butterfly.
Il gruppo originario di Acireale, dopo diversi cambi di line-up e una lunga serie di concerti alle spalle, si propone con un album che lascia poco o niente al caso. Bello il disegno della copertina. Bello e versatile il timbro vocale di Francesca Pulvirenti. Belle e avvincenti le trame musicali di tutto l’album. Sono proprio quest’ultime che ci danno la caratura dell’album e, conseguentemente, del gruppo.
The Irresistible Gravity non è solo tecnica e pulizia del suono che, per natura, sono peculiari al prog ma anche la capacità di andare oltre, di contaminare generi spaziando dalla musica sinfonica al metal e, nota fondamentale, senza mai perdersi in inutili e tediosi orpelli musicali fine a se stessi.
The Alchemist è un po’ il brano simbolo dell’album. Dieci minuti intensi, durante quali i Mechanical Butterfly sublimano tradizione e creatività, attraverso curati intermezzi, infatti, si alternano generi che disegnano fascinose atmosfere e suggestivi paesaggi sonori. I testi pensati in lingua inglese e, ci piace ripeterlo, ben cantati da Francesca Pulvirenti danno all’album un respiro internazionale.
È uno di quegli album che, per intenderci, arricchisce e impreziosisce una collezione.

 

 

 

 

 

 

About the author

Fortunato Mannino

Fortunato Mannino

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi