MusicToGo Recensioni

Maurizio Martini: ritorno al futuro!!!

Avatar
Scritto da Red

E non potevamo che farla oggi la recensione di Maurizio Martini. Oggi che si celebra tanto l’epico successo di Zemeckis. E quindi anche noi torniamo al futuro e lo facciamo grazie al disco di Maurizio Martini dal titolo “SOLI”. E il titolo non punta subito dritto al concetto di solitudine, non per forza e comunque a quel concetto di solitudine negativa. Dall’ascolto sarebbe più pregnante una solitudine di rigenerazione, di ricostruzione e rinascita. Ed infatti, “SOLI” indica anche entità astrale, il Sole che c’è dentro ognuno di noi…siamo noi uomini ad essere tanti Soli che gravitano in questa vita in perenne divenire. Maurizio Martini che alle spalle ha oltre 30 anni di carriera su palcoscenici di teatri e a spasso in collaborazioni discografiche anche di grande rilievo, da alla luce questo disco come idea e come suono negli anni ’80 e da lì resta chiuso in un cassetto segreto. Si riapre il cassetto ed eccoci qui con un album di 10 inediti in studio dall’antico sapore pop leggero italiano che tanto ha fatto storia. Intrigante il singolo “Precipitando” da un inciso forte che si fa ricordare come prevede il copione, un brano che esce in radio a lanciare ai media quest’avventura nuova per chi un tempo giocava con videoclip da innovatore e con il nome di VJMAURY. E poi brani come “Dio c’è” o come “Passerà” (e in fondo come molte altre di questo disco), sono perfette diapositive di un’Italia meravigliosa fatta di canzoni meravigliose, preziose gemme che tornano alla mente se pensiamo ad artisti come Mino Reitano, Alan Sorrenti piuttosto che un certo Morandi e compagnia cantando…il disco di Maurizio Martini si fregia dunque di un suono scarno, tipico oggi di quei piano bar di provincia, un drumming quasi inesistente dove la voce e i suoi cori rigorosamente femminili sono il vero ed unico protagonista. L’elettronica che possiamo dire ricca di quel fascino preistorico, restituisce a tutto il lavoro un sapore ed un colore che probabilmente oggi sarebbe impossibile da ricavare. Questo “SOLI” dunque ci piace anche per la testimonianza che rappresenta oggi. E allora torniamo al futuro perché non esisterà mai un grande futuro senza aver visto cosa ha suonato alle spalle. Un disco per palati fini e per chi ha voglia di dimenticarsi del solito indie pop rivoluzionario.

000_3608

About the author

Avatar

Red

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi