Recensioni

Mario Mariani – The Rossini Variations

Fortunato Mannino

Posso dire che, in linea generale, non sono un amante degli anniversari, delle celebrazioni e, men che meno, delle giornate mondiali di… qualunque cosa. Probabilmente sbaglierò, ma la mia sensazione è che lo strumento abbia preso il sopravvento sul fine. Ricordarsi di un problema, di un personaggio storico, di un luogo un giorno all’anno mi ha veramente stufato e… Non parlo dei politici in selvaggia parata che, approfittando dell’evento, ci raccontano e giustificano il nulla delle loro azioni. Tutto inutile? Beh direi di no, un’opera di sensibilizzazione va fatta, soprattutto, in questo strano quanto pericoloso periodo storico. Ben venga, dunque, un anniversario o una giornata mondiale della qualunque se può servire a sensibilizzare l’opinione pubblica ad un problema o celebrare un artista con mostre ed eventi. Forse il mio essere prevenuto deriva anche dal fatto che, avendo l’Italia un patrimonio artistico-culturale immenso e vivendo anche una dimensione d’insegnante, bisognerebbe innanzitutto conoscerlo e valorizzarlo sempre ma… La mia è posizione di Don Chisciotte che combatte contro i mulini a vento.
Torniamo, invece, a parlare di Musica e volgiamo per un attimo lo sguardo al 2018. Un anno ricco di belle proposte, ma è stato anche anno rossiniano. Ora presentare il genio di Gioacchino Rossini sarebbe quantomeno irriguardoso nei confronti di chi legge e per di più impossibile in poche righe. Ma a definirlo un genio universalmente conosciuto sicuramente non si sbaglia, perché anche se non se ne conosce l’opera le sue arie sono talmente famose che non è difficile sentirle canticchiare da persone lontanissime dal mondo della Musica. Tanti gli eventi organizzati, soprattutto, nella sua Pesaro e, per quel che ci riguarda, un cd veramente molto bello. Un cd che porta la firma del maestro Mario Mariani, pesarese anche lui, e con un curriculum che lo annovera tra i più talentuosi pianisti del nostro panorama musicale. Al suo attivo molti cd, tra i quali ricordiamo lo splendido Utopiano del 2011, premi, riconoscimenti e, soprattutto, la peculiarità di pensare al pianoforte come se fosse un’orchestra, il che se non ne fa un avanguardista lo fa, sicuramente, un audace esploratore delle potenzialità dello strumento. The Rossini Variations, alla fine, è tutto questo. Nove celeberrime arie pensate per l’orchestra, che vengono ripensate e riscritte per il pianoforte, esaltando la bravura e la sensibilità del compositore. Compositore che scegliendo arie famose si propone anche un fine didascalico: far conoscere e avvicinare anche un pubblico più giovane all’opera.
The Rossini Variations è da considerarsi non solo il tributo di un pesarese ad un pesarese, ma anche il prodotto di una Cultura Musicale che, per quanto frustrata dalla miope mediocrità della politica, ha radici ancora forti e un fascino senza confini e… Le molte tappe del tour del maestro Mariani in Europa e nel Mondo lo confermano.

About the author

Fortunato Mannino

Fortunato Mannino

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi