Interviste Soundcheck

Longblond – Lento is Dead (EP)

Scopriamo i Longblond, duo mascherato con sede a Padova e vincitore del premio speciale della giuria di Roma Videoclip Indie

I social hanno sicuramente cambiato la nostra quotidianità e la discussione se questi cambiamenti siano positivi o negativi è cronaca. Personalmente ritengo che per i social, come per ogni altra cosa, la differenza sta nell’uso che se ne fa. Personalmente posso ritenermi soddisfatto, ho conosciuto belle persone, grandi artisti e ho avuto delle interessanti dritte musicali. Scrivere di musica o essere appassionati di musica, infatti, non significa riuscire a seguire eventi e uscite con puntualità, soprattutto in un periodo storico in cui a dominare è il mainstream.
Ecco che la segnalazione dell’amica virtuale Giusy Elle, la fondatrice della Community Electric Duo Project (EDP) dedicata ai power duo chitarra-batteria, mi ha portato alla scoperta dei Longblond, duo mascherato con sede a Padova e vincitore del premio speciale della giuria di Roma Videoclip Indie, nell’ambito del Roma Videoclip in Tour. Il brano vincitore s’intitola Rock’n Roll Service e fa parte di Lento is Dead, loro EP d’esordio, ma per saperne di più li abbiamo incontrati.

Benvenuti su SOund36 e complimenti per il premio che avete conseguito. Un bel colpo se si considera che siete praticamente all’esordio.
Grazie. Roma Videoclip in Tour è stato una sfida per noi, ci siamo proposti con il nostro secondo video Rock’n’roll Service interamente ideato, diretto e prodotto da noi, consci della partecipazione di moltissimi altri artisti di alto valore con brani e video di qualità. Siamo riusciti a vincere il premio speciale YouMusic.Tv assegnato da Furio Morucci probabilmente per l’eccentricità della nostra proposta, sia musicale che visiva, con un continuo cambio di ritmo delle scene. È stata una bellissima esperienza e la targa del premio per noi è un riconoscimento importantissimo.

Sappiamo che nulla ci direte delle vostre identità, ma siamo certi che vorrete raccontare ai nostri lettori come nasce il progetto Longblond e qual è il sound che lo caratterizza.
Siamo in due R.D. (voce, batteria, elettroniche) e Max Doink (chitarra, seconda voce), ci siamo incontrati un paio di volte in sala prove con il solo scopo di passare alcune ore ad improvvisare senza pause (anche per alcune ore di fila) e senza limiti di genere e soprattutto senza nessuna idea di creare progetti o band, completamente liberi da vincoli. Poi, riascoltando le registrazioni, ci siamo accorti della validità di alcune parti e le abbiamo sviluppate alle prove successive. Ecco, lì sono nati i primi brani, che abbiamo ancora nella nostra attuale scaletta live, ed è pure nata l’idea di formare i Longblond. Parte del nostro sound si è formato così, mentre una seconda parte, caratterizzata dal suono delle basi elettroniche, la voce e gli scratch, è nata successivamente, anche qui niente di voluto a tavolino, si tratta di interventi integrati piano piano, riascoltando i brani sono nate queste nuove idee da aggiungere, strato su strato, quasi in uno stato di necessità.

Lento is Dead è il vostro primo EP e il titolo, dal punto di vista musicale, sembra essere una dichiarazione d’intenti. I titoli e la loro sequenza sembrano voler denunciare quel disagio diffuso nelle periferie urbane. Quanto di vero c’è in questa affermazione e cosa raccontano i testi dei brani?
I testi dei quattro brani cantati (poi seguono un brano strumentale e uno elettronico), sono quattro situazioni differenti: abbiamo Dark Cities che parla delle situazioni difficili delle periferie, appunto, dove le città cupe e spente sono viste come bad diseases, ossia brutte malattie, che non ci rappresentano – “are zero for me” – mentre Rock’n’roll Service parla del voler esprimersi con un suono potente ma anche della necessità di creare una voce forte, di alzare il volume della musica quanto del proprio io e di non soccombere mai. Usiamo anche slang, più lingue mischiate e anche parole inventate che ci piacciono per il sound che creano, vedi il ritornello di Understand Nada. Nel brano Lento is Dead, invece, a nostro modo osserviamo come la vita tranquilla, con le giuste pause e relax, sia un po’ passata di moda e di come la frenesia e lo stress siano diventati parte integrante della nostra vita mentre la voglia di avere tutto e subito una pretesa dei giorni d’oggi.

Come nasce la scelta della foto di copertina?
Da subito abbiamo visto nell’atteggiamento e nel volto di questa bambina la grinta che rappresenta il nostro disco, questo grido e questo movimento che trasmette ci ha conquistati. La bambina della foto è attualmente una ragazza che conosciamo personalmente e che poi si è pure appassionata alla nostra musica.

Lento is Dead è stato pubblicato nel 2020 e la sua promozione sarà stata condizionata dalla crisi pandemica. A mio avviso resta un EP interessante che merita di essere promosso e, soprattutto, suonato live e ci auguriamo che ciò possa avvenire presto. La domanda è: c’è già un album a cui state lavorando?
Grazie. Sì Lento is Dead è uscito in un periodo non tra i migliori per il mondo artistico e musicale, ma comunque l’abbiamo voluto pubblicare ugualmente, crisi o non crisi, visto che ci abbiamo lavorato molto ed era pronto, e certo anche sapendolo anticipatamente non avremmo aspettato la fine delle problematiche e della pandemia. Per quanto riguarda i Live li suoneremo quando sarà il momento giusto, per adesso aspettiamo, come molti altri. Sì, abbiamo in progetto di tornare a registrare il materiale nuovo, per la maggiore è quasi pronto, non ti so ancora dire se sarà un disco lungo e diciamo standard con i suoi 10 pezzi, o un altro Ep con 5 o 6 brani, questo si definirá più avanti.

Grazie per la bella chiacchierata e se c’è qualcosa che ho dimenticato… Aggiungetela pure.
Ringraziamo te per l’approfondimento e la webzine SOund36 per lo spazio concesso. La musica va ascoltata ma è anche bello parlarne…

Longblond
Giusy Elle

About the author

Fortunato Mannino

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi