Recensioni

LOHREN: digistyle e sex appeal

Avatar
Scritto da Red

Prima di tutto Rino Gaetano che rivive in questo singolo. Seconda posizione per lo stile e la seduzione. Terzo classificato il gusto di arrangiamento: niente di nuovo sul fronte occidentale ma comunque, e non è poco, ci si deve pur sempre pensare e poi lo si deve anche realizzare…e realizzare bene. Ai LOHREN basta una tastiera per fare la differenza. Un sound electro-pop disegnato da Luca Zedra che sul digit incalzante di una cassa rubata alla cultura berlinese, danza e si veste di malizia la voce di Giulia Lorenzoni. E il progetto LOHREN è al completo facendo il suo esordio spumeggiante con la reinterpretazione di “Sfiorivano le viole” di Rino Gaetano. In rete il videoclip che palesa altrettanta fresca intraprendenza unita ad una vena largamente ingenua e ancora ragazzina che tanto ci piace e che dobbiamo perdonare. Il brano gira, piace, vince sulla monotonia. Evirato dell’ultima parte del testo in cui si parla del lavoro e della politica. Meglio così. Non è ancora il tempo per fare i discorsi dei grandi. Che poi, a dirla tutta, i grandi oggi non sono capaci più di fare discorsi di tanta misurata fantasia. Bravi ai LOHREN. Adesso dovete confermare e reggere la botta con un disco che sia di livello…quantomeno pari a questo. A voi il video ufficiale della loro versione di “Sfiorivano Le Viole”.

About the author

Avatar

Red

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi