Interviste

Locus Animae – Intervista

Comincerei con una domanda semplice semplice. I vostri nomi?
Ciao, grazie mille per lo spazio concessoci! Io sono Gregory, il Cantante. Gli altri sono Vera, la Voce femminile; Nicolò, il Bassista; Emmanuele e Brian, i Chitarristi, ed infine Norman alla batteria.

Come mai avete scelto proprio “Locus Animæ” come nome del gruppo?
Il Luogo dell’Anima rappresenta un momento, un luogo o uno stato d’animo colmo di serenità, che ci porta a scordare ogni tipo di preoccupazione. Abbiamo voluto declinare questo concetto in musica, definendo il nostro Locus Animae nella magia creativa nata dal nostro legame come band e dalle sensazioni che si generano quando facciamo musica, ed allo stesso tempo dargli una forma nelle nostre canzoni.

Qual è la canzone che vi piace di più di quelle che avete scritto e perché?
Penso che ognuno abbia la propria. Personalmente la mia preferita è Crepuscolo, perché condensa al suo interno un vasto spettro di emozioni e stili.

Di solito come ideate e poi realizzate le vostre canzoni?
Un tempo, Nicolò si occupava della musica ed io dei testi. Ultimamente, invece, ci incontriamo (o meglio, incontravamo, causa Covid-19) settimanalmente per discutere e realizzare insieme nuova musica. Partiamo da un concetto di cui vogliamo scrivere, dopodiché cerchiamo un’idea e da lì partiamo a svilupparla seguendo il concetto che ci siamo prefissati.

Qual è vostro genere musicale, potete descrivercelo?
Non abbiamo mai badato troppo ad aderire ad un genere, è una cosa che ci è sempre stata stretta. Il nostro stile musicale potrebbe far parte del filone del Gothic / Melodic Metal, quindi sì Metal, ma con tinte più delicate e malinconiche. Ci piace però sperimentare parecchio.

Come avete affrontato le problematiche dovute al covid: per esempio i concerti, i problemi per incontrarsi….
Avevamo diversi concerti in programma che speriamo di poter recuperare. Per il resto, abbiamo avuto l’accortezza di preparare diversi contenuti che siamo riusciti a pubblicare fino a fine anno scorso. Ora come ora cerchiamo di sentirci online (dato che siamo divisi in due regioni differenti), e stiamo preparando diverse cose. Questa pandemia ha costretto tutti ad un cambio di piani.

Sempre in ambito di concerti quando saranno le vostre prossime esibizioni?
Quando si potrà. Stiamo ragionando sul provare a fare qualche concerto online ma non sappiamo ancora se e quando.

Credete che la generazione Z apprezzi la vostra musica dato che è un genere ricercato ma veramente bello?
Secondo me sì, in realtà ci seguono molti ragazzi giovani. La musica è soggettiva, e nonostante a livello culturale ogni pochi anni le mode cambino, penso che ci sarà sempre una nicchia che cerca qualcosa di più particolare.

Qual è la storia del gruppo come vi siete formati?
Nicolò ed io creammo i Locus Animae nel lontano 2012, all’inizio come gruppo puramente Black Metal. La prima formazione comprendeva noi due e Brian dei membri attuali, gli altri erano tutti differenti. La nostra evoluzione musicale è stata subito molto chiara e la nuova musica iniziava sempre più a prendere una forma molto simile a ciò che facciamo adesso. Dopo una pausa nel 2016, abbiamo ripreso alla grande con la nuova formazione.

Locus Animae

About the author

Ruggero Jilles Bellavista

Sono uno studente del Liceo Classico E. S. Piccolomini di Siena. Amo la
cultura orientale e la musica. Sono curioso. Se vuoi sapere qualcosa di
più su di me leggi i miei articoli

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi