Sound&Vision

Locomotive Jazz Festival 2018 con Dolcenera, Notte

Erminio Garotta
Scritto da Erminio Garotta

dolce con le parole ed il pianoforte quando ricorda amici o dedica canzoni, nera quando cerca il ritmo, il tempo, gli stacchi

Là dove la luna riposa, la baia da sogno con i faraglioni di Sant’Andrea.
Il secondo appuntamento della Trilogia 2018 (la notte) del Locomotive jazz festival oggi si adagia sulla spiaggia di torre Sant’Andrea. Uno spettacolo da sogno, la luna nascosta dall’eclissi e un parterre di centinaia di persone accolgono Raffaele Casarano (direttore artistico del festival ndr.) e un ospite d’eccezione di cui parleremo più avanti.
Inizia il concerto, siamo tutti in attesa di vederla. Arriva, vestita di nero, con un paio di braghe tipo basket degli scarponcini “slinguettati”(slacciati e con la “lingua” di fuori) ed una acconciatura che ci saremmo aspettati da una abitante di Capoverde. In una recente intervista ha dichiarato di ricercare l’anticonformismo. Un gruppo di fans la acclama e lei non fa attendere la sua risposta. Ad ogni canzone una spiegazione, dolce con le parole ed il pianoforte quando ricorda amici o dedica canzoni, nera quando cerca il ritmo, il tempo, i cambi di tempo, gli stacchi che la band accompagna diligentemente. Una voce che graffia ogni cosa che tocca, dal cuore alla pelle, una voce inconfondibile come il suo modo di essere.
Salentina, gioca in casa, ma molti dei presenti sono “esteri” e si radunano ad ascoltarla. Incanta con i suoi movimenti al pianoforte, ammalia chi la osserva e la ascolta. Un sorriso e subito dopo uno sguardo duro che accompagna le parole delle sue canzoni. E’ notte sulla spiaggia dove il palco troneggia ma lei non si ferma. La band non molla, il contrabbassista lotta disperatamente con l’accordatura dello strumento, l’umido la fa da padrone, cerchiamo dei riflessi al pianoforte, ci si presenta un velo di bagnato. Le luci del palco fendono il buio come lame d’acciaio e lei è sempre là. Arriviamo alla fine, non un cedimento nonostante l’orario.
Nell’intervista di cui abbiamo accennato sopra rivela che non ama l’appiattimento delle canzoni “estive”. Lo abbiamo provato sulla nostra pelle questa sera.
Grazie Dolcenera.
Grazie Locomotive jazz festival
Dolcenera è accompagnata da:
GIULIO ROCCA  batteria
WILLIAM GRECO  pianoforte
GIAMPAOLO LAURENTACI contrabbasso

Articolo e Fotografie di Erminio Garotta

 

About the author

Erminio Garotta

Erminio Garotta

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi