Sound&Vision

Kristina Jacobsen – House On Swallow Street

Scritto da Fortunato Mannino

Squarci di paesaggi e storie di vita s’intrecciano in un album che stupisce e affascina

Non so quante volte, pensando all’Italia e alle sue perenni contraddizioni, mi è venuta in mente l’idea di lasciare tutto e andare. Ma l’Italia è talmente bella che non si può abbandonare a quella che sembra essere una irreversibile decadenza. Lottare per cercare di riscrivere una storia, che sembra segnata. È questo quello che la gente che decide di restare, ognuno con le sue competenze e col suo impegno, fa ogni giorno.
Non è facile, ma non sono rare le occasioni in cui sono gli stranieri a ricordarci che viviamo in una terra unica e che c’è un patrimonio culturale immenso da valorizzare e spesso, aggiungerei anche un purtroppo, da scoprire.
Una bella occasione per parlare della lingua e delle sonorità sarde ce la offre Kristina Jacobsen, che ha pubblicato il suo quarto disco per la Talk About Records. La cantautrice statunitense è anche antropologa ed etnomusicologa presso l’Università del New Mexico (UNM) di Albuquerque e i suoi studi l’hanno portata prima a vivere per vent’anni in una riserva Navajo e poi a conquistarla è stata la cultura millenaria della Sardegna. Una fascinazione che l’ha portata a vivere tra Santu Lussurgiu e Cagliari dove ha insegnato Etnomusicologia presso l’Università. Da questa esperienza hanno preso forma i dodici brani di House On Swallow Street, brani che rispecchiano la matrice country che caratterizza la produzione della cantautrice statunitense, ma che si fondono con i suoni e con la lingua sarda e… non solo.
Penso, ad esempio, a Reckoning un blues in lingua inglese che narra la storia di un piccolo villaggio di pescatori a cui fa eco l’allegro bluegrass in sardo e inglese di Tiria. Tiria è un paese dell’entroterra della provincia di Oristano e nel brano si racconta la semplicità e la genuinità della vita rurale e di quant’era facile essere allegri, nonostante le difficoltà. L’invito, tutt’altro che implicito, è quello di fare un passo indietro e tornare a vivere una vita a misura d’uomo.
I restanti brani raccontano frammenti di vita personale, squarci di paesaggi e storie di vita s’intrecciano in un album che stupisce e affascina. Una commistione di sonorità che dimostra l’importanza del confronto e del dialogo con l’altro.

Ufficio Stampa Pitbellula
Talk About Records
Kristina Jacobsen: Singer/Songwriter

About the author

Fortunato Mannino

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi