A propos de Pop Corn

KOOP OSCAR ORCHESTRA @ QUIRINETTA

Avatar
Scritto da Paola Varricchio

Un viaggio nella musica sperimentale

Mercoledì 9 Novembre, al Quirinetta, si è tenuta una delle tue tappe italiane del tour europeo della Koop Oscar Orchestra, il nuovo progetto di Oscar Simonsson, già fondatore dei Koop, duo elettro jazz svedese.
Dopo una lunga pausa seguita all’ultimo live dei Koop a Bucarest, e vari tentennamenti sul se e come continuare il suo percorso di musicista, Simonsson  incontrata Juste Arlauskaite, Jazzu, cantante lituana e le fa ascoltare alcuni suoi nuovi pezzi. Li provano  insieme, piano e voce, poi quasi subito l’idea di mettere su una band, una piccola orchestra, che possa  celebrare la capacità della musica dal vivo di connettere le persone. E’ così che, nonostante la musica elettronica resti una sua passione, Simonsson opta per la musica d’insieme e dà vita alla Koop Oscar Orchestra.
“Quando cammino sul palco voglio abbracciare un batterista sudato, non un tecnico delle luci” dice lo stesso Simonsson.
Ed eccoli insieme: Oscar Simonsson a piano, campionatore e fisarmonica, Jazzu alla voce,  Niklas Narno alla tromba, Ulrik Ording alla batteria, Love Meyerson a vibrafono, percussioni e fisarmonica, Niklas Fernqvist al contrabbasso.
L’intero live è un vero e proprio viaggio nella musica sperimentale, rivisitazioni di vecchi brani dei Koop, pezzi inediti e qualche melodia popolare, che il pubblico accoglie con entusiasmo.
Il palco buio, un’ apertura di campane, poi la fisarmonica che suona un pezzo di Nel Blu Dipinto di Blu di Modugno, subito dopo Baby, uno dei vecchi pezzi dei Koop  e si dà il via al concerto. Un’atmosfera unica, la musica classica, l’elettronica e il jazz incontrano lo swing e tutto si fa fluido, coinvolgente, raffinato.
Oscar è compiaciuto e cerca continuamente connessione con i suoi musicisti e con il pubblico, abbraccia la sua fisarmonica e scende dal palco per suonare tra le persone, le invita ad alzarsi e ballare.
Summer Sun, Koop Island Blues, I See A Different You, Strange Love, Come to me, non possono mancare in chiusura i più grandi successi dei Koop ed un momento house su cui il pubblico torna a sbizzarrirsi.
Davvero una bella strada quella presa da Simonsson e dalla Oscar Orchestra, che speriamo porti presto a belle novità in termini di nuove uscite e nuovi tour.

About the author

Avatar

Paola Varricchio

Napoletana di nascita e di appartenenza.
Nel 2010, da una coabitazione con tre amici in un appartamento-bed&breakfast nel cuore del centro storico napoletano, comincio, quasi per gioco, un' avventura chiamata Frammenti: l'apertura di uno spazio di condivisione e di ascolto.
Una cantina, un piccolo palco, l'amplificazione presa in prestito, cuscinoni a terra e tavolini ikea, poi l'acquisto di un pianoforte, il susseguirsi di rassegne musicali dedicate al cantautorato ed alla musica indipendente. D'estate l'organizzazione di alcune date fuori da casa nostra, in luoghi all'aperto ma sempre privati, intimi e quotidiani, che esprimessero vissuto e condivisione. Poi, ancora, alcune date che ci hanno aperto non porte ma portoni, come quello bello grosso del Maschio Angioino. Sei anni indimenticabili, dove affondano le radici del mio amore per la musica indipendente, non quella dei grandi palchi, ma quella appassionata delle grandi sensibilità che, spesso, nascono nelle cantine come la nostra, e tante volte ci rimangono.

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi