Recensioni

Ingranaggi Della Valle – Warm Spaced Blue

Cinquanta minuti di prog-rock di altissima qualità

Seguo le produzioni della Black Widow Records praticamente da sempre e quando nel 2013 mi arrivò la mail che annunciava l’uscita di In Hoc Signo degli Ingranaggi Della Valle, l’unico dubbio che ebbi era quale edizione scegliere. Scelsi, nonostante fosse un disco d’esordio, l’edizione più completa e costosa, perché ho capito che se la Black Widow Records ci mette il marchio, non può non trattarsi di un bell’album. E così è stato! Per questa ragione è con piacere che presento oggi, nonostante l’uscita sia del 2016, Warm Spaced Blue. Diciamo che le differenze macroscopiche dall’album d’esordio sono essenzialmente tre: la line up ruota sempre attorno a Mattia Liberati e Flavio Gonnellini, rispettivamente tastierista e chitarrista del gruppo, ma vi sono stati diversi avvicendamenti tra cui l’arrivo del cantante Davide Savarese; i testi non sono in italiano ma in lingua inglese; il sound si sgancia in parte dai modelli classici del prog nazionale e internazionale, per aprirsi a nuove soluzioni e sperimentazioni. Se In Hoc Signo è stato ambientato al periodo della prima crociata, Warm Spaced Blue ci trasporta nel tenebroso e sinistro mondo di Howard Phillips Lovecraft. Tre brani, posti rispettivamente all’inizio, al centro e alla fine dell’album, sono stati ispirati ai Miti di Cthulhu e alla loro rilettura in chiave psicologica. Divinità mostruose provenienti da altri universi, che hanno lasciato in eredità all’umanità misteri e cerimonie che condizionano sia l’io che la comunità. Dinamiche che assumono tutta la loro tragica evidenza in Inntal, secondo brano dell’album, quando la comunità non esita a sacrificare la vita di un giovane per compiacere una divinità o uno spirito. Cinquanta minuti di prog-rock di altissima qualità!
Warm Spaced Blue è un album importante, affascinante e che ci avvicina a quello che sarà l’album capolavoro del gruppo. Come per il precedente, l’artwork è curato in tutti i particolari ed è disponibile un’edizione limitatissima con 7” incluso.

About the author

Fortunato Mannino

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi