SOund36

Il meglio del 2012 per Fortunato Mannino

Fortunato Mannino

SOund36 vi presenta il meglio della musica del 2012, attraverso 4 PLAYLIST che spaziano dal mainstream agli emergenti passando per gli indipendenti. Insomma c’è n’è per tutti i gusti, gustatevele in questo inizio d’anno.

Il meglio del 2012 per le orecchie e gli occhi di Fortunato Mannino:

Stilare una classifica non è mai bello! Primo perché i gusti personali sono e rimangono tali; secondo perché non c’è un album che ho recensito che non mi sia piaciuto; terzo è impossibile stilare una classifica ammucchiando generi differenti; quarto perché il lavoro dei musicisti va sempre e comunque rispettato.
Quindi mi piacerebbe che i titoli che segnalerò di seguito siano considerati più come suggerimenti che una vera e propria classifica. E a tal proposito ho evitato di inserire i grandissimi della musica che, si presume, facciano già parte della vostra discografia.

Cominciamo, dunque, segnalando tre cantautori Italiani (l’ordine è e sarà strettamente alfabetico) che sono riusciti, nel rispetto delle loro peculiarità stilistiche, a fondere tradizione, poeticità e sperimentazione:

1) Dario Antonetti – Il Rigore Esistenziale
2) Denisi Guerini – I Giorni Della Fionda
3) Miro Sassolini – Da Qui A Domani

Tra i progetti quelli più arditi e allo stesso tempo affascinanti segnalo:

1) ?Alos – Xabier Iriondo – Endimione
2) La Morte – La Morte

Le edizioni in LP sono molto molto curate e, nel caso de La Morte, possiamo parlare di opera d’arte!

Tra i gruppi stoner non possiamo non consigliare
Ufomammut Oro: Opus Primum / Opus Alter

Anche in questo caso le edizioni in vinile non dovrebbero mancare nella vostra personale discografia.

Il gruppo italiano che è riuscito a fondere meglio impegno sociale e sonorità moderne è a mio avviso
ManzOni – Cucina Povera
Per quanto riguarda la musica straniera assecondo una mia passione e, nello stesso tempo, Vi invito alla (ri)scoperta della musica tedesca. A tal proposito, ormai da qualche anno, le produzioni della Kapitan Platte risultano tra le più interessanti sul mercato e fra quelle del 2012 le mie preferite sono:

1)Hirsch Effekt – Holon Anamnesis
2)Instrument – Olympus Mons

Concludo questa breve carrellata segnalando un artista che non ha bisogno di presentazioni
Hugo Race – We Never Had Control

About the author

Fortunato Mannino

Fortunato Mannino

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi