Recensioni

Hollow Coves – Moments

“Moments” è un album studiato fin nei particolari e ben suonato dagli Hollow Coves

Gli America tanti anni addietro (primi anni Settanta) erano uno dei gruppi statunitensi di Folk rock, Pop rock e Soft rock maggiormente “accusati” di essere tra coloro che diluiscono la tradizione country folk americana con canzoni dalle linee melodiche molto addolcenti che ancora oggi sembrano andare per la maggiore tra i palati musicali più leggeri.
Oggi, negli USA e un po’ dappertutto nel mondo, vi è una miriade di gruppi che al suono rude delle praterie e al californian sound più genuino e di spessore unisce quello più fruibile del pop melodico. E’ il caso degli Hollow Coves, formazione indie-folk- pop australiana (sono di Brisbane) formata dai cantautori Ryan Henderson e Matt Carins che esordisce con il primo full lenght album “Moments” (out il 18 di Ottobre u.s. per Nettwerk music group).
Suoni zuccherosi, intrecci vocali e melodie sognanti, gli Hollow Coves regalano un denso amalgama sonoro contenente canzoni che per anche per andamento appaiono riflessive e che certamente si fanno apprezzare per il suono soffuso, un impianto vocale accattivante, la grande attenzione riposta in sede di supervisione artistica (curata da Chris Bond, già produttore di Xavier Rudd). Album studiato fin nei particolari e ben suonato, “Moments” (undici brani per circa cinquanta minuti di musica) si rivela dunque un disco riuscito e gradevolissimo all’ascolto, oltre che dai contenuti positivi. “Ci siamo resi conto” rivelano gli H.C. in una intervista recentissima, “che nella vita abbiamo così tante opportunità di rimanere in casa o uscire e sfruttare al meglio la vita. Questo è un tema che percorre tutto l’album. Volevamo ispirare le persone a sfruttare al meglio le occasione che la vita offre.
“Anew”, “Moments”, “When we were young”, “Pictures” e anche le altre, tuttavia, sono di fatto canzoni che da una parte si lasciano ascoltare e riascoltare volentieri, dall’altra si appiattiscono su quello stile mieloso che conosciamo e sempre su quei pochi accordi che le fanno apparire tutte somiglianti tra di loro.

About the author

Giovanni Graziano Manca

Giovanni Graziano Manca

Pubblicista, poeta, ha collaborato e collabora alla redazione di numerose riviste cartacee e web scrivendo di musica, poesia, letteratura, cinema ed altro. Ha pubblicato alcuni volumi di poesia (In direzione di mete possibili, Lieto Colle, 2014; Voli in Occidente, Eretica, 2016) e uno di racconti brevi (Microcosmos, Sole, 2013). Vive a Cagliari, meravigliosa città del Mediterraneo.

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi