Recensioni Soundcheck

Gli Anni Luce – Mr. Kiss

Fortunato Mannino

Cinque pezzi per un totale di circa 30 minuti di musica, durante i quali, ognuno sarà libero di scegliere la meta del viaggio, o se preferite, la via di fuga.

Conoscenza – Destrutturazione – Rigenerazione sono queste le peculiarità di Mr. Kiss, opera prima de Gli Anni Luce. Nei cinque brani, tutti strumentali e tutti registrati durante session improvvisate, confluiscono elementi che spaziano dal Rock classico al Kraut, dalla Psichedelia al Post-Rock. Elementi che vengono filtrati dall’abilità tecnica del trio che, destrutturando e contaminando le forme classiche, le rigenera. Cinque pezzi per un totale di circa 30 minuti di musica, durante i quali, ognuno sarà libero di scegliere la meta del viaggio, o se preferite, la via di fuga.
Le melodie disegnano paesaggi ora cupi, ora onirici ma sempre sorprendenti per via dell’indiscutibile abilità dei musicisti di cambiare, in poche passaggi, stile e genere. Che in Mr. Kiss vi sia tanta passione per la musica e padronanza degli strumenti è palese, che nei titoli dei cinque brani vi sia tanta ironia è indubbio, basti pensare a Scaricatori di Porno o Il Ciccione Viaggiatore, quello che mi sembra di cogliere, però, è anche una sottile vena malinconica che accomuna i brani. Non saprei dire se volontaria o semplicemente frutto di una mia suggestione influenzata dal disegno di copertina: un elegante Mr.Kiss con l’acqua alla gola e tormentato dalle mosche, sul retro una Natura devastata e devastante sembrano ricordarci i tempi bui che viviamo e allo stesso tempo invitano a riscoprire gesti semplici come il bacio o il rispetto della Natura…
Forse non è così ma mi piace pensare, a priori, che un buon disco non possa prescindere da una bella copertina che ne racchiuda, in qualche modo, lo spirito. In questo caso non è solo una bella copertina ma è anche firmata da Michelangelo Setola che, per chi non lo conoscesse, è uno dei disegnatori europei più prestigiosi nonché fondatore del progetto editoriale Canicola.
Di una cosa sono certo: chi deciderà di fare un salto sul sito della De Ambula Records per acquistare una delle 300 copie numerate a mano del disco si assicurerà un’altra piccola grande gemma del nostro affascinante underground!

Fortunato Mannino

About the author

Fortunato Mannino

Fortunato Mannino

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi