Recensioni

Giovanni Sollima – Sonate Di Terra E Di Mare

Fortunato Mannino

Sonate di terra e di mare è come “Una barca che toccava la terraferma con qualcosa di nuovo ogni volta”

La terra natia, volenti o nolenti, fa parte di noi. Condiziona il nostro agire ed è testimone del nostro vivere. Cambia lentamente e profondamente, seguendo ritmi che percepiamo solo col trascorrere del tempo. Luogo di tutti, testimone muto e perenne di vite trascorse e future, che si trasforma in luoghi dell’anima, ovvero nella percezione e nel ricordo che ognuno ha dello stesso luogo. E questo cambiamento, i comuni mortali lo percepiscono in quelle serate estive trascorse all’insegna di un semplicissimo “Mi ricordo”. Gli artisti hanno, però, il dono di poter trasformare quel “Mi ricordo” in Arte, cristallizzando un’immagine, un ricordo, una sensazione.
È questo il file rouge che lega i nove pezzi strumentali di Sonate Di Terra E Di Mare, album uscito in formato digitale e in cd per l’Almendra Music.
Un concept nato per rinsaldare il legame con la propria terra, ma anche per raccontarne l’aspetto più intimo. Il progetto ruota intorno alla figura del virtuoso violoncellista Giovanni Sollima che, insieme ad altri giovani talenti siciliani, ci raccontano una Sicilia inedita e, decisamente, più nascosta e personale. Non aspettatevi nulla di folcloristico, ma siate pronti ad un viaggio sonoro che concilia la matrice classica con quella più sperimentale.
Giovanni Sollima è, sicuramente, la figura più carismatica e famosa, ma attorno a lui ruotano musicisti di primissimo livello. Tra questi Giacomo Cuticchio, il cognome è già un pezzo di storia, visto che rimanda all’ormai quasi sparita tradizione del Cuntu, che lega il suo nome al brano d’apertura. Scherzo, questo il titolo, per la sua vivacità sintetizza al meglio quel caleidoscopio di colori, di popoli, e di cultura che è la Sicilia.
Un album indie classic dalla lunga genesi, che tradisce l’estrema cura per ogni particolare, nonché lo spirito curioso e creativo di questi artisti.
Sollima descrive Sonate di terra e di mare come “Una barca che toccava la terraferma con qualcosa di nuovo ogni volta” e noi non possiamo che confermare.

About the author

Fortunato Mannino

Fortunato Mannino

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi