Recensioni

Giorgieness – Nuove Regole (EP)

Bruno Pecchioli
Scritto da Bruno Pecchioli

Con “Nuove regole” siamo di fronte ad una irreversibile e affascinante mutazione sonora dei Giorgieness

A quasi un anno di distanza da quel “Siamo tutti stanchi” – album che ha definitivamente consacrato i Giorgieness nel panorama indie nazionale – la super band capitanata da Giorgia D’Eraclea irrompe nuovamente sulla scena musicale italiana con una nuova, importante, fatica: l’EP “Nuove regole” confezionato – in una sorta di triangolo virtuale tra Cantu’, (dove è di stanza Giorgia, seppur originaria della Valtellina), Los Angeles e la tanto cara Berlino – col prezioso supporto dei produttori americani Bryan Senti e Justin Moshkevich.
Un gran bel lavoro di restyling che prevede, oltre alla rivisitazione di tre brani tratti dal precedente album – “Avete Tutti Ragione”, “Vecchi”e “Fotocamera” – anche e soprattutto l’inedito “Questa città” considerato dalla stessa Giorgia come un vero e proprio punto di svolta, una “liberazione”, persino! La liberazione di chi ha la consapevolezza di non voler essere mai uguale a se stesso accogliendo invece, con gioia, i cambiamenti. vecchi o nuovi che siano.
Noi di SOund36 abbiamo alscoltato attentamente – in un qualsiasi pomeriggio romano di un qualsiasi ottobre che in realtà pare maggio – tutti e quattro i pezzi dell’EP apprezzando, certamente, la nuova veste dei tre brani già precedentemente proposti.
Canzoni che, coi nuovi arrangiamenti, paiono aver difatti acquisito un respiro totalmente nuovo caratterizzato da un sound decisamente piu’ potente e corposo.
Intense sonorità, quindi. Modernizzate a dovere e che paiono cucite ad arte addosso a Giorgia, col chiaro intento di sfruttarne appieno le importanti capacità vocali.
E difatti, ancora una volta, rimaniamo impietriti di fronte alla magnetica attrattiva della splendida voce della giovane cantautrice che, come ormai sempre accade, ci graffia e ci carezza l’anima.
Insomma, con “Nuove regole” siamo di fronte ad una irreversibile mutazione sonora dei Giorgieness. una mutazione che porta addosso i tratti distintivi dell’imprevedibilità e dell’autorevolezza. Quell’autorevolezza di chi sa bene dove vuole arrivare ma, soprattutto, sa bene cosa si è lasciato alla spalle in virtu’ di un nuovo percorso artistico che, c’è da scommetterci, non rimarrà inesplorato nè, tantomeno, inascoltato.

About the author

Bruno Pecchioli

Bruno Pecchioli

Bruno "Pek" Pecchioli. Romano per nascita e tradizione.
Fotografo per consapevolezza e necessità.
Viaggiatore periodico.
Ferocemente dipendente da ciò che meraviglia.
E la musica è meraviglia. Sempre. Until the end.

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi