Recensioni

Gianni Venturi – Mantra Informatico

Fortunato Mannino

Il nuovo album è uno dei più intensi e poetici firmati da Gianni Venturi

Ormai è da diversi anni che il nome Gianni Venturi fa tappa sulle nostre pagine. Lo abbiamo conosciuto in coppia con Lucien Moreau nel progetto Moloch, in seguito nei Tazebao con Gigi Cavalli Cocci, ma Gianni Venturi è molto altro: scrittore, attore, musicista, pittore, scultore. È, in poche parole, una persona eclettica, che si è nutrita e si nutre di Vita e ce la restituisce in forma d’Arte. Una vita che l’ha forgiato mostrandogli, senza veli e senza filtri, sia l’inferno che il paradiso e lui, da poeta sensibile e caustico, racconta dell’uno e l’altro. Lo fa in modi diversi, tenendo sempre vivi i suoi progetti, ma la Poesia è, probabilmente, la Musa più amata.
Mantra Informatico, suo ultimo lavoro, non è dissimile dagli altri dal punto di vista della poetica: caustico quando mette a nudo la follia di questi tempi, sublime quando si perde nel ricordo e nell’infinita bellezza del creato. Come urlo disperato le sue liriche squarciano le tenebre della coscienza, ricordano la solitudine che ci siamo autoimposti, indicano le tortuose vie della Bellezza e della Libertà.
La canzone che amo di più e che, secondo me, incarna al meglio quanto detto è Dolore antico.
Mantra Informatico è l’ossimoro che concilia l’atavico e il sacro con l’algida modernità; è il titolo di un album che utilizza l’elettronica, ad eccenzion fatta per il basso affidato a Valerio Venturi, ma che non può prescindere dalla Poesia; è il titolo della poesia / canzone che più di tutte racconta dell’ipocrisia del mondo virtuale, che ha evirato il pensiero critico regalando la possibilità di non pensare, o meglio, di pensare ciò che il sistema vuole che pensiamo. E così, nella solitudine di una postazione, è possibile in pochi click costruire un reale a piacere.
L’album, uscito da poco per la M.P. Records, è uno dei più intensi e poetici di quest’anno e si è conquistato facilmente un posto nella mia personale classifica dei migliori album del 2018.

About the author

Fortunato Mannino

Fortunato Mannino

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi