Recensioni

Gabriele Buonasorte – The Taste of a 2nd Life

Nicola Barin
Scritto da Nicola Barin

Nell’album traspare fortemente la gioia di vivere e di fare musica dell’artista siciliano

Il sassofonista e compositore Gabriele Buonasorte riscopre una seconda vita e ci propone il suo nuovo progetto in compagnia della band Time Lapse formata da ottimi musicisti.
Dopo il fortunato album “Forward” del 2013 per l’etichetta Nau Records, il musicista siciliano si presenta con il suo nuovo quartetto e ci descrive le impressioni di un periodo travagliato per la sua salute che, come si evince dalla sua musica, lo ha profondamente segnato.
“The Taste of a 2nd Life”: energico, gioioso, serenamente propenso ad una commistione tra il jazz acustico ed uno sguardo ad una matrice blues/funky che unisce fusion e jazz.
Il suono del Fender Rhodes di Burk occupa l’intero album donando quella magnifica atmosfera anni 70. Il gruppo è perfettamente coeso e su muove con feroce vitalità tra momenti più fusion e uscite free jazz che sorprendono.
The Beginning unisce già l’idea dell’album con Arnold che si muove con ritmi funky e basso e tastiere forniscono un perfetto tappetto musicale per il lungo assolo di Buonasorte dal fraseggio struggente.
Strenght for Alice decisamente più funky, in cui Lazzarotti ha la possibilità di mettersi in luce, è dotata di un corposo accompagnamento e Il sassofono si lascia andare a un fraseggio vigoroso.
Welcome Federica è una corsa travolgente: agilità e velocità d’esecuzione caratterizzano il sassofono e Burk accompagna con grande groove, da segnalare l’assolo di di Lazzarotti.
Slow Awakening si apre con un beat semplice della batteria che prepara ad un climax imminente: Buonasorte forza il suo strumento e suona con frenesia, improvvisamente il veloce cambio di tempo che si trasforma in uno veloce swing, quasi un intermezzo, le mani di Burk volano con velocità sui tasti per una chiusura decisamente meno morbida.
Un progetto in cui traspare fortemente la gioia di vivere e di fare musica dell’artista siciliano.

About the author

Nicola Barin

Nicola Barin

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi