Sound&Vision

Francesco Renga @ Dis_Play Brixia Forum, Brescia

Francesco renga
FG Music Photo
Scritto da FG Music Photo

Il buon Francesco Renga riesce ancora, instancabilmente, a stupire e stregare il pubblico. Nella sua Brescia, ci offre un concerto unico nel suo genere.

Che Francesco Renga sia uno dei nomi di spicco della musica leggera italiana è ormai risaputo, ma che riesca sempre a stupirci da diciannove anni a questa parte un po’ meno. Da quando decise di lasciare i Timoria ed affrontare la carriera solista che lo vede ancora oggi protagonista indiscusso, non ha praticamente sbagliato un colpo. L’Altra Metà Tour non poteva, naturalmente, non fare tappa nella sua Brescia dove si regala alla sua città con un doppio appuntamento.
La scaletta prevede un inizio scoppiettante con l’introduzione dell’artista sulle note di “Tracce Di Te” e il successivo attacco con “L’Unica Risposta!” Seguita da “La Tua Bellezza” e “Nuova Luce”.
E luce è, sia per l’argentea mise di Francesco, sia per il palco addobbato da specchi e pure per il calore e l’affetto dei fans che rendono ancor più splendente la serata ed il sorriso del cantante… mescola le carte con una scaletta che dosa sapientemente i brani dell’ultimo album (“L’Altra Metà”, uscito il 19 Aprile per Sony). Le canzoni si succedono una dietro l’altra e scatenano applausi a scena aperta e cori che accompagnano la voce con discreta intonazione. Tra le canzoni più acclamate ci sono “Angelo”, “A Un Isolato Da Te” e “Ci Sarai”. Renga ogni tanto si ferma e racconta di come, nel lungo viaggio della vita, l’elemento più importante ad accompagnarci debba essere l’Amore. L’Amore con la A maiuscola. Quello verso i genitori, verso un amico, l’Amore per i figli. L’Amore in ogni sua forma quindi, non necessariamente legato solo alla persona che si ama in quanto compagna/o di vita. Di qui canzoni come “Tracce Di Te” e “Ancora Di Lei”, dedicate alla madre (la prima solo accennata qua e là durante il live, la seconda eseguita per intero), oppure “Angelo” dedicato alla figlia Jolanda. “Era Una Vita Che Ti Stavo Aspettando” fa da contraltare a “L’Amore Altrove”, dove l’amore viene vissuto a 360°. L’amore guida i nostri passi e ci prende per mano conducendoci alla vita. Di questo canta Francesco Renga, in tutta semplicità. Durante il set la voce non sempre si rivela all’altezza, vuoi per l’emozione di essere protagonista nella sua città, vuoi perché si tratta della tredicesima tappa in venti giorni; il che non è affatto poco.
I bis si accendono con “Guardami Amore” e con l’ultimo brano portato a Sanremo “Aspetto Che Torni”, quindi Francesco saluta tutti chiudendo il cerchio della sua storia musicale esattamente da dove partì (come solista); chiede Renga: “Vediamo se qualcuno si ricorda di questa canzone…” Domanda inutile, non appena si accennano le prime note di “Raccontami”. Il pubblico già da qualche minuto sta accalcato al palco e lo inonda di quell’affetto disinteressato e sincero di cui si diceva poc’anzi. Ed allora il cantante bresciano decide di regalare, per la prima volta in questo tour, una primizia alla propria città ed ai suoi concittadini. “Ermal Meta mi ha fatto un regalo, come sapete la scorsa settimana è uscito un nuovo singolo, ed è normale che lo voglia donare, in primis a voi!”. “Normale”, no?
Un sentito ringraziamento ad Arianna Del Ponte, Evento Musica SRL per la disponibilità e cortesia.
Articolo e Fotografie di Gigi Fratus.

About the author

FG Music Photo

FG Music Photo

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi