Recensioni

Elias Nardi – Flowers Of Fragility

Fortunato Mannino

Elias Nardi suona una musica colta, intrisa di malinconia, carica di spunti e di immagini che si muovono come fantasmi nel chiaroscuro delle emozioni.

La Grande Guerra è finita. È finita con l’ultimo respiro dell’ultimo soldato. Il tempo ha lenito le ferite, colmato vuoti, lasciato dietro di sé il silenzio. I cimiteri sono, ormai, muti monumenti alla follia, sparpagliati in un’Europa mai sazia di sangue, fossa comune di una generazione che ha visto i suoi sogni spezzati sulla soglia della vita.
Il silenzio, però, ha voce, una voce che parla all’anima di chi sa ascoltare. Una voce che usa lo stesso linguaggio evocativo della Musica. Un linguaggio che non ha bisogno di parole, un linguaggio universale che comunica direttamente al cuore.
La voce del silenzio e il potere evocativo della Musica sono stati fonte d’ispirazione per il terzo album di Elias Nardi. Flowers Of Fragility nasce, infatti, tra silenziose lapidi dei cimiteri di guerra delle Fiandre Occidentali. Sepolcri curati che raccontano la Storia nascondendo, con i poveri resti di uomini periti spesso senza sapere il perché, tante piccole storie ormai perse nella memoria.
Elias Nardi e il suo gruppo, come sempre formato da musicisti virtuosi, raccolgono le suggestioni, le emozioni di un percorso emotivo molto forte e le trasformano in Musica. Una musica colta, non classificabile, intrisa di malinconia, carica di spunti e di immagini che si muovono come fantasmi nel chiaroscuro delle emozioni. Tragedia e Pace, questo sembra voler comunicare Elias Nardi, virtuoso dell’oud con la sua Musica. Una Musica che riesce a contaminare sonorità e solarità mediterranee con i virtuosismi del jazz. Questa contaminazione propone, forse in modo utopico, la Musica e, più in generale, l’Arte come guida per una società migliore. Conferma quanto detto la copertina di Flowers Of Fragility che è opera del pittore fiammingo Pol Bonduelle. Un sodalizo artistico di lunga data, visto che ha curato anche la copertina di Tarot. Inoltre il libretto interno si arricchisce di citazioni che spaziano dalla poesia al cinema.

 

 

 

About the author

Fortunato Mannino

Fortunato Mannino

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi