News Pop Corn

Diario Di Un Cinefilo #2 – Festival Cinema Biennale di Venezia

Siamo ancora in diretta dalla Biennale Cinema di Venezia, per raccontarvi le novità più succulente. Tranquilli, niente spoiler!

Il “diario di un cinefilo” si compone, con andamento cronologico, dei film che ho visto al Festival del Cinema Biennale di Venezia, con la speranza di aiutarvi a scegliere la prossima pellicola da guardare in sala.

Giorno #4

J’Accuse
Tutto vero, nomi e fatti, questo ci dice Roman Polanski all’inizio della pellicola. Uno scandalo che divise la Francia per 12 anni, il caso Dreyfus.
Il film mette in scena una Francia antisemita che non si fa grossi scrupoli quando decide di condannare il capitano ebreo Dreyfus all’esilio, senza avere prove a sufficienza. E quando Georges Picquart, promosso a capo dell’unità antispionaggio, scopre l’ingiustizia cerca di far luce su questo caso, fortemente ostacolato dai capi dell’esercito e anche dal governo.

diario cinefilo biennale venezia

Qiqiu
Il palloncino, o meglio un preservativo usato a mo’ di palloncino, è questa la vera chiave del film.
Palloncini, preservativi, cosi, parecchi nomi per lo stesso oggetto, ma per diversi usi. Darje e Drolkar, due genitori, li utilizzano per controllare le nascite, visto che hanno già raggiunto il limite concesso dal governo. Mentre i loro due figli minori li utilizzano come giocattoli, creando imbarazzo in un paesino tibetano profondamente credente. Ma una domanda sorge quando Drolkar si ritrova incinta di quello che sembra essere la reincarnazione del nonno, appena morto; dare alla luce la nuova vita, oppure evitare la salata multa del governo per aver raggiunto i quattro figli?
diario cinefilo biennale venezia

Giorno #5

Joker
Uno straordinario Joaquin Phoenix, in una storia originale scritta da Todd Phillips, Scott Silver; un film su Joker, in sala grandissime aspettative, tutte ripagate.
Finalmente le origini di questo personaggio creato dalla DC comics, un personaggio al quale il film ci chiede di empatizzare fino ad un certo punto. Quasi una giustificazione alla nascita di personaggi del genere, non si nasce Joker, ma si diventa Joker se non si reagisce. Questo penso sia il messaggio di questo film.

diario cinefilo biennale venezia

Mes Jours De Gloire
Maturità, questo racconta il film, il passaggio del protagonista da ragazzino a uomo. Adrien pensa di conoscere tutto della vita: ha trent’anni, vive da solo, sta riprendendo in mano la sua carriera da attore abbandonata parecchi anni prima e ha finalmente la sua prima relazione sentimentale. Ma ben presto si renderà conto di vivere in un’illusione. Perderà l’appartamento e tornerà a vivere con i suoi, il lavoro e la ragazza. In quel momento dovrà reagire e ricostruire la sua vita da zero.
Una commedia francese che vi farà ridere pensando i vostri di “giorni di gloria”.

diario cinefilo biennale venezia

Giorno #6

The Laundromat
Una Meryl Streep vittima degli eventi, mentre Gary Oldman e Antonio Banderas sono artefici di tale ingiustizia. Ellen Martin si ritrova truffata da una compagnia assicurativa fittizia e decide di andare a fondo alla questione e di scoprirne i colpevoli. Nel frattempo, Jürgen Mossack e Ramón Fonseca raccontano la loro storia che li ha portatati a gestire migliaia di queste compagnie trovando soluzioni per guadagnare sempre di più.
Film molto divertente di Soderbergh, che con le suoi sketch brillanti è in grado di provocare ripetute risate in sala per l’intera lunghezza della pellicola.

diario cinefilo biennale venezia

Il Varco
Un collage di filmati storici amatoriali del 1941 con filmati moderni degli stessi luoghi settant’anni dopo, questo è “Il Varco”: una storia inventata di un soldato che attraversa l’Ucraina per giungere in Russia. La sua conoscenza del russo gli premette di comunicare con gli abitanti dei vari paesini che l’esercito incontra. Ma man mano che la Russia si avvicina, questi paesani si dimostreranno sempre più ostili e il freddo invernale, accompagnato dal malumore, sempre più presente.
Federico Ferrone e Michele Manzolini, i due registi, aiutati da Wu Ming 2, ricercano all’interno di tutti gli archivi storici filmati che possano essere utilizzati per costruire questo viaggio, quindi regalarci un esperienza il più reale possibile.

diario cinefilo biennale venezia

Ji Yuan Tai Qi Hao
Honk Kong, 1967. un giovane universitario Ziming inizia un tutoraggio con Meiling figlia di Yu. Ben presto però, lo studente si innamorerà della signora Yu, con la quale andrà diverse volte al cinema. Mentre la relazione si fa più intensa, anche la figlia Meiling si innamorerà dello stesso ragazzo.
Mentre l’animazione di Yonfan prosegue possiamo scorgere i maglifici disegni che si trovano su ogni scena riccamente definiti in contrasto con lo stile minimalista dei modelli e delle loro animazioni.

diario cinefilo biennale venezia

Giorno #7

Om Det Oändliga
Street photography, una foto dopo l’altra. Inquadrature statiche si susseguono fino alla fine della pellicola e su questi scenari compositivamente molto studiati si susseguono una serie di eventi, tutti messi sullo stesso piano. Azioni quotidiane, distrazioni, eventi storici, tragedie.
Guidati da una voce narrante attraversiamo quella che il regista Roy Andersson definisce una cornucopia di miti, eventi tutti sconnessi tra loro che scorrono, come dice il titolo, all’infinito.

diario cinefilo biennale venezia

Guest Of Honour
Ci sono un padre, Jim, e una figlia, Veronica, che per tutta la vita non sono riusciti a comunicare: entrambi si comportavano in un modo e l’altro non riusciva a capirne il motivo. Ma l’ora del chiarimento avviene troppo tardi, più precisamente dopo la morte di Jim.
Jim passa la vita a capire perché la figlia voglia restare in prigione il più a lungo possibile per un crimine che non ha commesso. Mentre Veronica preferisce rimanere al fresco per allievare i sensi di colpa provati da un altro crimine di cui è convita di esserne la responsabile.

diario cinefilo biennale venezia

Articolo di Alessandro Marchetti.

About the author

Avatar

Red

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi