Interviste

Cris Bacco, Intervista

Scritto da Caterina Lucia

“Questo periodo buio ci ha fatto capire quanto l’assenza d’arte possa comportare dei traumi psicologici a tutti noi, quindi per quanto possibile, sosteniamola sempre”

Ciao Cristopher e benvenuto a bordo di SOund36. Nel 2007 apri il tuo primo studio di registrazione e produzione musicale che nel 2011 diventa Studio 2, unico studio di registrazione/live club d’Italia, dove hanno suonato Morgan, Niccolo Fabi, Afterhours, Zen Circus, Paolo Benvegnu, Le Vibrazioni, Lo Stato Sociale, Calibro 35 e tanti altri grandi. Cosa e cambiato nel campo della produzione discografica dall’inizio della tua carriera fino ad ora?
La produzione discografica dal 2010 ad oggi e completamente cambiata, se si pensa solo ai generi che sono in classifica si puo capire che c’e stata proprio un’inversione di rotta negli ascolti delle nuove generazioni, si predilige l’hip hop, l’hyper pop e l’urban alle classiche rock/pop band di un tempo. I talent hanno sempre di piu sradicato il concetto di gavetta ed hanno creato una fabbrica di talenti, a volte buoni a volte meno. I produttori che lavorano da casa in questi ultimi dieci anni hanno avuto un boom grazie anche alla facilita d’uso delle nuove daw. In ogni caso ho la sensazione che si stia tornando alla musica suonata, come un tempo, anche se ovviamente con contaminazioni diverse.
Studio 2 ritorna in scena nel 2015. Qual e stato il processo di questa rinascita?
Prima era sia studio che live club. Ad un certo punto bisogna fare delle scelte, altrimenti si rischia di tenere in piedi due lavori e di non farne bene nemmeno uno. E cosi e stato, ho preferito tenere il mio lavoro principale, quello di produttore in studio, e ho rifondato Studio 2 come se fosse una vera e propria Factory per artisti e produttori, con tre regie e tre sale di ripresa. Ormai e un riferimento importante per gli artisti italiani.

Come e cambiata la musica negli ultimi anni con l’avvento di internet e dei nuovi programmi?
Le nuove tecnologie hanno cambiato molte cose, hanno dato la possibilita a chiunque di esprimere la propria creativita in maniera istantanea. Questo ha portato ad un aumento massiccio di produttori e beatmakers. Molti dicono che cosi si e inflazionato il mercato, che e vero, pero e anche vero che chi non ha talento non lavora per molto, quindi penso che alla fine sia una cosa positiva. I software hanno portato ai giovani strumenti che prima erano solo elitari e di chi poteva permetterseli. Certo e che molti di questi giovani ricorrono comunque agli studi classici per finalizzare o fare la bella copia del lavoro fatto a casa. Una cosa non esclude l’altra!

Nell’epoca in cui tutti possono giocare a fare i produttori dalla propria stanza, qual e l’importanza di lavorare con un produttore professionale?
Il fatto di avere un produttore e importante soprattutto per avere un giudizio esterno obbiettivo. E bene rapportarsi con una persona di fiducia, preparata sia a livello tecnico che musicale, che dia lo stimolo per migliorare i propri lavori aggiungendo o cambiando elementi per valorizzare al massimo il prodotto finale, senza pero snaturare l’identita dell’artista.

Cosa ci possiamo aspettare per il futuro della musica?
Difficile capire bene la direzione della musica in questo momento. Penso sia uno dei periodi piu incredibili a livello di uscite, ci sono brani in classifica che hanno contaminazioni ‘60 ‘70 ‘80 e ‘90, cosa mai successa prima. Questo mi porta a pensare, che grazie ai servizi di streaming (che purtroppo pagano una miseria) ci sara sempre piu spazio per generi e contaminazioni diverse tra loro, essendo il pubblico a creare una parte del mercato (algoritmi permettendo).

Esiste davvero una formula per il successo?
Se lo sapessi ora starei contando soldi, invece di rispondere alle vostre domande.
Attualmente sei impegnato con il nuovo progetto di Dario Ciffo con Enrico Gabrielli e stai curando l’album hip hop di Giovane Feddini. Al lavoro anche Roberto Dellera, che ha tenuto delle session in Studio 2 come Bobby Solo, reduce dal successo di Good In Blues, per l’uscita di un nuovo singolo.

Cos’altro bolle in pentola?
A fine giugno uscira il primo singolo di Alessio Peck con il quale ho collaborato per registrazioni, produzione e arrangiamenti. Lui ha un talento incredibile ed esce per Kwaidan Record, non vedo l’ora che possiate ascoltarlo. Sempre a fine Giugno, il 22, uscira il nuovo singolo dei Lombroso, un grande ritorno che ho avuto modo di registrare e mixare. Poco tempo fa invece e uscito un album molto importante che mi ha visto come mix engineer, Mujeres de Arena y Otras Historias, album di Amilcar Soto Rodriguez con Susana Baca e I Solisti Veneti. Altri progetti sicuramente li sto dimenticando ma potete restare aggiornati tramite i nostri social.

Grazie per essere stato con noi, lascio volentieri a te la parola per chiudere questa intervista con un tuo pensiero per i nostri lettori.
In questo periodo mi viene da chiedere a tutti i vostri lettori di sostenere la musica e l’arte in tutte le sue forme, andando ad un concerto, facendo un click su YouTube, comprando un vinile o anche solo il biglietto ridotto di una mostra nel vostro paese. Questo periodo buio ci ha fatto capire quanto l’assenza d’arte possa comportare dei traumi psicologici a tutti noi, quindi per quanto possibile, sosteniamola sempre.

About the author

Caterina Lucia

Ribelle, testarda e con un animo fortemente punk. Sempre alla ricerca della bellezza, sono amante della musica, dell’arte, della poesia e del caos. Guardo oltre le apparenze, mi riconosco nei particolari impercettibili. La scrittura è divenuta una necessità, per dissestare i miei pensieri.

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi