Recensioni

Celtic Hills – Mystai Keltoy

Non più di un anno fa ho presentato sulle nostre pagine l’album d’esordio dei Celtic Hills e quello che mi aveva colpito, al di là dell’aspetto prettamente musicale che, ricordiamolo, affonda le sue radici nel metal, era la filosofia del gruppo che è quella di raccontare la Storia, soprattutto quella meno nota, del territorio friulano e fornire della stessa una chiave di lettura alternativa e decisamente meno canonica. E, infatti, anche questa volta basta guardare il bel dipinto realizzato da Sheila Franco che fa da copertina e che avrebbe meritato come l’album anche una versione in vinile, per accorgersi che è ispirato alla teoria degli antichi visitatori. Queste teorie sostengono che l’Uomo non sia frutto di un’evoluzione ma di una manipolazione genetica e che anticamente gli Dei interagissero direttamente con gli uomini e fossero tutt’altro che immortali. Teorie che, è giusto sottolinearlo, si basano su un’interpretazione letterale dei testi antichi, Bibbia compresa.
In modo particolare la copertina farebbe riferimento all’arrivo degli Dei in Scandinavia dopo la caduta di Gerusalemme nel 70 d. C.; le fonti a cui si fa riferimento sono Tacito e Giuseppe Flavio. Comunque la si pensi una cosa è certa: le religioni che fanno riferimento al creazionismo e all’evoluzionismo non hanno avuto ancora una prova scientifica. L’altra certezza è data da The Landing of Gods, brano che fa esplicito riferimento alla teoria degli antichi visitatori e che è anche uno dei più belli e tirati di Mystai Keltoy. Le parole del titolo ci riportano al mondo dei Celti, presenti nel territorio friulano e nella fattispecie ad un antichissimo e misterioso culto che confluisce nel mondo greco-romano con i Misteri Eleusini in onore di Demetra. Culti che vengono proibiti per legge da Teodosio nel 392 d. C. Teodosio che vediamo protagonista anche due anni dopo quando invierà un esercito di 100.000 uomini contro Flavio Eugenio augusto d’Occidente. La politica religiosa di tolleranza verso i culti pagani e il mancato riconoscimento della carica da parte di Teodosio portarono ad un inevitabile scontro. Scontro tra due visioni religiose contrapposte, scontro per il potere, scontro che si è consumato sul fiume Frigido, che si trova a nord-est di Gorizia. La battaglia, o forse la sorte stessa dell’Impero Romano d’Occidente, fu decisa da un tradimento e dalla Bora che soffiò forte e contro l’esercito di Flavio Eugenio, che essendo numericamente inferiore ebbe la peggio. L’evento atmosferico si colorì di divino e nei fatti segnò anche il trionfo del Cristianesimo e la conseguente distruzione di tutti i templi pagani.
I Celtic Hills in Battle of Frigidium ci fanno rivivere i concitati momenti di questo scontro. Ma se questa è Storia, non mancano all’interno dell’album anche aspetti più leggendari e The 7​-​Headed Dragon of Osoppo ne è l’esempio più lampante e, anche in questo caso, il territorio friulano è la fonte d’ispirazione. Qui a rivivere è la leggenda del santo romito che ha sconfitto il drago dalle sette teste che infestava l’aria di Osoppo, che ai tempi era un’isoletta. Il romito con la preghiera ha sconfitto il drago, che sprofondando all’inferno provocò un terremoto talmente forte che cambiò la fisionomia stessa del territorio. Mystai Keltoy si destreggia con personalità tra le sfumature del metal, ma rispetto al precedente ha un suono più corposo e maturo. Tra le particolarità spicca Allitteratio, primo brano in italiano della band e Eden, brano scritto e cantato da Germana Noage ex cantante degli Aetherna, che impreziosisce ancor di più un album davvero bello.
Il consiglio è quello di farlo vostro e di godere, innanzitutto, della musica ma se vi va di approfondire le tematiche trattate, quelle che ho provato a raccontare io sono solo una minima parte, l’esperienza sarà certamente più completa e arricchente.

Mazzarella Press Office
Elevate Records
Celtic Hills
Jonathan Vanderbilt

About the author

Fortunato Mannino

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi