Recensioni

Berserk! – Berserk!

Fortunato Mannino

L’opera fin dalle prime note trasporta nel cuore della notte, nel fascino torbido di vicoli e locali, lì dove tutti hanno una storia da raccontare, lì dove c’è qualcuno disposto ad ascoltare. Il jazz disegna le atmosfere e scandisce i tempi della narrazione

Quando mi hanno invitato all’ascolto di BERSERK!, la sensazione è stata quella di trovarmi di fronte non solo ad uno degli album più belli di questo 2013 ma, più in generale, a uno degli album più interessanti di questi ultimi anni!
Si tratta di un concept album ideato sul concetto di dualità.
Iniziamo con quelli che sono i riferimenti culturali e simbolici che si celano dietro il progetto Berserk. Il nome, infatti, si rifà alla mitologia scandinava e rappresenta il guerriero di Odino che aveva il compito di iniziare la battaglia. Vestito di pelle d’orso si caratterizzava per la furia terrificante con cui affrontava il nemico. In senso figurato Berserk è follia, rabbia accecante, perdita della razionalità. Questo binomio è, tra l’altro, ben raffigurato nella copertina del disco.
L’opera fin dalle prime note trasporta nel cuore della notte, nel fascino torbido di vicoli e locali, lì dove tutti hanno una storia da raccontare, lì dove c’è qualcuno disposto ad ascoltare. Il jazz disegna le atmosfere e scandisce i tempi della narrazione. I passaggi musicali più introspettivi proiettano l’ascoltatore nel ruolo dell’osservatore. Un osservatore attento della rabbia degli ultimi, vittime e carnefici della società. In altri casi, quando il ritmo è più vorticoso, l’osservatore si annulla, bersaglio del folle caos della metropoli. La stessa alternanza la ritroviamo anche nei passaggi vocali: una voce ora profonda e calda, ora sinistra e irrazionale.
Un viaggio musicale nelle emozioni e nei pensieri più profondi e torbidi della realtà metropolitana. Un viaggio nella rabbia irrazionale che nasce in noi e si proietta nella realtà.
A realizzare questo splendido album un duo: Lorenzo Feliciati (bassista / compositore) e Lorenzo Esposito Fornasari alias LEF (cantante/sperimentatore/polistrumentista/provocatore sonico).
L’album è uscito il 5 aprile per la Rare Noise Records, ed è disponibile in tutti i formati.

Fortunato Mannino

About the author

Fortunato Mannino

Fortunato Mannino

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi