Recensioni

Barock Project – Vivo

Fortunato Mannino

Ascoltare Vivo è anche un viaggio nella grande Storia della Musica.

Scrivere di Vivo, nuovo album live dei Barock Project, non è per niente facile. Gli argomenti da trattare sono tanti e lo spazio e il tempo non sono poi così tanti. Proverò a farlo facendo ruotare tutto attorno ad una parola a me molto cara: Storia.
Vivo è il disco che, dopo dieci anni di attività, cattura l’energia e la sinergia raggiunta dal gruppo durante i live. Rappresenta, dunque, la Storia del gruppo stesso catturata nel momento del suo apice artistico e creativo. È effettivamente Storia perché non li vedremo più in questa formazione, dal momento che Luca Pancaldi, voce del gruppo, ha comunicato il suo addio. Non solo cambierà la line-up ma, verosimilmente, anche l’approccio stesso alla composizione. Un’evoluzione che è nel DNA del gruppo poiché ogni disco è stato, appunto, un’evoluzione del precedente; un’evoluzione che ci viene anticipata da My Silent Sea, brano inedito che chiude il secondo CD.
Ascoltare Vivo è anche un viaggio nella grande Storia della Musica.
Il sympho-rock proposto, infatti, nasce dall’idea di contaminare la musica barocca con il rock e il jazz, con lo scopo dichiarato di riproporre al grande pubblico le suggestioni e le emozioni del progressive anni ’70 e, nello stesso tempo, di superarle grazie ad una visione nuova e dinamica. L’abbraccio ideale tra vecchio e nuovo era stato sancito l’anno scorso in occasione della pubblicazione di Skyline: Vittorio De Scalzi, leader dei New Trolls, alla voce e flauto nella title track e Paul Whitehead, autore delle storiche copertine degli LP dei Genesis di Peter Gabriel, a ideare la copertina dell’album. Per la cronaca, Skyline è stato anche pubblicato e apprezzato in Giappone (l’edizione giapponese ha due brani in più rispetto alle altre).
Concludo con un’affermazione che, in fondo, è implicita nelle mie parole: chi acquisterà il doppio cd avrà portato a casa un tassello di Storia importante di quello che già gli esperti chiamano Neo-prog.

About the author

Fortunato Mannino

Fortunato Mannino

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi