Recensioni

Azolia – Not About Heroes

Gli Azolia si ispirano alle poesie di Wilfred Owen, poeta e testimone diretto della Grande Guerra, per lanciare un inno alla vita che viene dall’inferno e che risuona ancora oggi attuale

A distanza di un anno torno a riproporre con piacere un album di Sophie Tassignon, cantante belga dalla voce semplicemente straordinaria.
Cultrice dei chiaroscuri delle parole, cinque, forse sei le lingue che parla correttamente, lo scorso anno ci ha regalato lo splendido Mysteries Unfold. Un album che aveva come protagonista assoluta la voce, curato da lei personalmente in ogni dettaglio. Un album che ho definito di eterea e raffinata bellezza, nonostante il filo conduttore fosse la quotidiana lotta delle donne contro una società ipocrita e maschilista. Caratteristiche che ritroviamo anche in un contesto più ampio come quello dell’ensamble jazzistico berlinese degli Azolia, che la vede accanto a Susanne Folk (sassofono contralto, clarinetto, voce), Andreas Waelti (contrabasso) e Lothar Ohlmeier (sassofono soprano, clarinetto, basso).
Il titolo dell’album è Not About Heroes e ci catapulta nei pensieri e nelle angosce di chi ha vissuto e raccontato quel dramma umano che fu la Grande Guerra. Una guerra nuova, moderna, combattuta spesso con tecniche militari ottocentesche e che nell’immaginario collettivo sarebbe dovuta durare pochi mesi, ma che poi si è trasformata in una carneficina. Ogni guerra è nel suo concetto stesso indecente ma, se possibile, la Grande Guerra lo è di più. Non ci sono più testimoni diretti di quell’inferno, ma le lettere, gli scritti, i diari, i poveri resti che ancora riemergono con lo scioglimento dei ghiacci, raccontano di una generazione devastata.
Chi è tornato dal fronte si è aggrappato alla vita ma le ferite fisiche e psicologiche sono rimaste per sempre. Questo raccontano i libri, ma è anche quello che ricordo io quando bambino mi capitava di sentire il delirio di un uomo che inseguiva le sue visioni. Ingenuamente chiedevo: Perché? La risposta: Ha fatto la Grande Guerra, ma non è mai più tornato.
Not About Heroes non è un album propriamente ispirato alla Grande Guerra, ma è testimonianza di essa. I dieci brani sono, infatti, poesie di Wilfred Owen, poeta e testimone diretto delle operazioni al fronte di quella guerra che gli rubò la vita una settimana prima dell’armistizio.
Poesie strazianti che raccontano dell’orrore e dell’inutilità della guerra, un inno alla vita che viene dall’inferno e che risuona ancora oggi attuale. Inutile dire che ogni brano meriterebbe un commento singolo ma, visto che per ovvie ragioni ciò non è possibile, mi soffermerò sul primo e sull’ultimo. Shadwell Stair apre l’album con il verso I am the ghost of Shadwell Stair, parole forti che raccontano di quell’impossibile ritorno alla vita reale. Asleep chiude con una visione di morte e di pace. È la Morte, infatti, che dona pace e riposo al soldato, e a chi attonito guarda il compagno riposare non resta che attendere un nuovo risveglio all’inferno. Un riposo e una pace che Owen troverà una settimana prima dell’armistizio e dopo il rifiuto di un congedo illimitato.
Siegfried Sassoon poeta anch’egli e probabile compagno di Owen raccoglierà e pubblicherà questi capolavori della poesia inglese.
Gli Azolia, in quello che sarà uno degli album più belli del 2021, danno alle poesie una dimensione metafisica. La sensazione è che Wilfred Owen racconti il suo dramma, ma con il distacco di chi ha trovato la pace e, nel raccontarlo, ricordi all’umanità questo valore fondamentale. Il disco è uscito il 30 gennaio per la Jazzwerkstatt.
Aggiungere altro sarebbe solo retorica, invitarvi all’ascolto e all’acquisto un dovere di chi scrive.

Azolia
Jazzwerkstatt
Sophie Tassignon

About the author

Fortunato Mannino

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi