La soffitta

Aqua Nebula Oscillator

Fortunato Mannino

Una nave proveniente dagli spazi siderali invaderà la Terra con colori, suoni e vibrazioni e per trasformare le persone noiose in animali selvatici!

Che il mondo del rock sia popolato da personalità spesso al limite è risaputo… altro discorso sarebbe capire cosa s’intende per limite e su questo… ci sarebbe da discutere e non poco! Ma, quale che sia la vostra opinione, è indubbio che David Spher’Os sia uno di quei personaggi che questa ipotetica soglia l’ha abbondantemente superata. Chi lo conosce lo sa, e chi non lo conosce… si starà domandando Chi è? È il leader / guru o, forse sarebbe meglio dire il capitano, della nave spaziale chiamata Aqua Nebula Oscillator. Una nave proveniente dagli spazi siderali con l’obiettivo di invadere la Terra con colori, suoni e vibrazioni e per trasformare le persone noiose in animali selvatici! Queste ultime frasi non sono da imputarsi a un mio particolare stato mentale ma più semplicemente sono estrapolate da una intervista al leader! Ad avvalorare quanto affermato c’è l’evidenza dei fatti: la line-up dei vari album cambia sempre tranne nella figura del leader!
Quanto alla sua musica ci limiteremo, anche in questo caso, a riportare la sua definizione: un incubo hippy! La dichiarazione di per sé è intrigante e il sound non delude… Anche se come avrete capito ogni album è e ha una storia a sé.
David Spher’Os, come detto, è un personaggio particolare e nel suo beckground culturale trova posto l’occultismo, l’arte (in particolar modo quella di Bosch e Dalì), la cultura orientale, il paranormale, il voodoo, la letteratura horror, la musica psichedelica (Syd Barrett in primis ma anche quella medievale), gli UFO, etc… Tutti questi elementi, come ovvio che sia, confluiscono in un modo o nell’altro nelle sue opere sonore.
Non fa mistero del fatto di aver imparato a suonare la chitarra sotto l’effetto di acidi lisergici e di utilizzare droghe, ma la cosa più importante è che è un cultore della libertà. Intesa, come avrete intuito, in tutte le sue forme. Per questa ragione vive con la sua comunità isolato in una grotta alla ricerca di vibrazioni e sensazioni da trasformare in musica. In poche parole… un incubo hippy o se preferite il lato oscuro del Power Flower.
Attivi fin dal 1999 e con alle spalle una lunga carriera live pubblicano il loro primo disco nel 2008 per la parigina Pan European Recording. Un Lp che già solo dalla copertina incuriosisce, il disegno è dello stesso David Spher’Os, e lascia immaginare le sue vibrazioni sonore. Il primo brano conferma ciò che avevamo intuito! Ka che nell’antico Egitto era la forza vitale di ogni uomo è, non a caso, il primo brano del primo album del gruppo! Ingloba, infatti, tutte le influenze musicali e non dei primi Aqua Nebula Oscillator. Tutti i brani hanno una matrice psichedelica e su tutti segnaliamo LSD, aggiungere un commento mi sembra inutile, e la barrettiana New Word.
Un album dunque che consiglio vivamente a tutti coloro che amano la psichedelia da acquistare insieme ad Excavation (Ep uscito in 500 copie per la Assommer) in cui vi sono quattro brani live risalenti al 2007 o, il più raro, Caves Recordings 1998-2008 (LP uscito in 350 copie per la Funeral Folk).
Sempre nel 2008, con una band completamente rinnovata, la Pan European Recording pubblicherà Under The Moon Of… ma è un’altra storia!

PS: il cd ha due brani in più e… molto fascino in meno.

PPS: Se vi capita di vedere in giro un vecchio carro funebre con a bordo tipi strani… beh! Sono loro in tournée e il consiglio è quello di andare ad ascoltare un evento unico che muta in funzione dell’energia del pubblico e della band.

Fortunato Mannino

About the author

Fortunato Mannino

Fortunato Mannino

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi