Sound&Vision

“Agitazione permanente” per i professionisti dello spettacolo

Erminio Garotta
Scritto da Erminio Garotta

ART 4ART 9ART 33. Questi i 3 articoli della Costituzione Italiana che i lavoratori della cultura e dello spettacolo il 30 maggio 2020 hanno, ordinatamente e rispettando le ordinanze emesse per quel fantasma che li ha tormentati lasciandoli senza lavoro, portato in piazza per evidenziare la loro situazione lavorativa.
Roma, Milano, Venezia, Firenze.
I professionisti dello spettacolo, che protestano contro la precarietà e contro la mancanza di attenzione avuta dal governo, hanno dichiarato uno stato di “agitazione permanente”.
Il 15 giugno, salvo variazioni, la filiera dello spettacolo dovrebbe rimettere in moto la macchina della cultura musicale e teatrale, ma tutti i festival sono stati annullati o spostati al prossimo anno, i grandi eventi musicali spostati anche loro al prossimo anno, i teatri sono in chiusura estiva.
Proprio per questo i lavoratori dello spettacolo chiedono un redddito di sussistenza e di continuità. 

Articolo e Foto di Erminio Garotta

 

About the author

Erminio Garotta

Erminio Garotta

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi