Soundcheck

Acinideva – Fuori Dall’Eden

Caterina Lucia
Scritto da Caterina Lucia

L’album d’esordio degli Acinideva è la fotografia in chiave rock del bieco cinismo che caratterizza il genere umano.

Fuori dall’Eden è il primo progetto degli Acinideva, che con tenacia si fa strada fra i dedali del panorama rock. Creazione stravagante, lascia trasparire, sprovvista di timore, quanto la band genovese l’abbia curata minuziosamente fin dalla sua gestazione, senza preterire alcun particolare.
Un album forgiato dal rock caustico e cantautorale che fotografa il bieco cinismo della realtà intervallando momenti onirici a quelli passionali. Questa piccola creatura, porta dentro sè tante storie tutte diverse e contorte: l’uomo, per suo volere si allontana dalla propria natura primigenia di felicità attraverso la razionalità e diviene consapevole del suo destino di essere mortale.
Il sipario si apre con la giusta dose di potenza con “Eva”, mano mano la tempra va sempre più crescendo fino ad arrivare al primo momento critico dove la ragione porta inevitabilmente a scontrarsi con i chiaroscuri del genere umano, ben descritti in un brano d’impatto come “Lampedusa” in cui una tenera promessa, fatta in un’alba colorata di speranza s’impregna di una libertà artefatta.
Ritmo assillante, chitarre graffianti e voce pulita si mescolano con le provocazioni di “Norwegian Suite” per poi prendere finalmente fiato con il brano “Ossigeno”. Gli Acinideva, non abbassano i toni e caricano maggiormente verso il finale: “L’inganno” e “Istantanee” sono corrosive , ammalate di rabbia al punto giusto ed emergono con tenacia fra queste dieci tracce.
Il sipario viene chiuso ad arte con un pezzo del tutto passionale, un racconto etereo dell’incontro fra Paolo e Francesca. “Prima del bacio” non manca di pathos, pizzica le corde giuste raccontando con perizia gli stati d’animo e le paure dei due amanti.
L’esordio per i giovani Acini non può che essere sorprendente, vantano di già esibizioni live in molte città e hanno aperto gli ultimi concerti di Omar Pedrini, Punkreas e Fluon.
Fuori dall’Eden è un lavoro degno di nota, che emoziona ed ha qualcosa da raccontare; ha un sound roccioso che ben si lega con la voce elegante di Alessandro Ottaviani. Ascoltando l’album potrete cogliere tutte le sfumature che lo rendono diverso nel suo genere e diviene difficile raccontare a parole.

About the author

Caterina Lucia

Caterina Lucia

Ribelle, testarda e con un animo fortemente punk. Caotica. A volte spaziale come Arabella, a volte irreale come Astarte. Prepotentemente dark, ma con mille colori dentro. Guardo oltre le apparenze e mi riconosco nei particolari impercettibili.

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi