A propos de Recensioni

Umbria Jazz ’18, Day Two – Gilberto Gil

Ilaria Lupi
Scritto da Ilaria Lupi

WOR(L)D JAZZ: il ritmo travolgente di Gilberto Gil trascina ed incanta il pubblico dell’Umbria Jazz ’18 all’Arena Santa Giuliana

Continua il secondo giorno di Umbria Jazz ’18 con l’appuntamento targato SOund36 “Wor(l)d Jazz”, un modo per guidarvi tra le varie esibizioni del festival italiano più amato di sempre. Le linee guida sono queste: tre parole chiave, un nuovo artista ogni sera e vi racconteremo day by day i live più emozionanti di questa coinvolgente edizione dell’Umbria Jazz 2018.

C come COLORE. Nella calda serata del primo sabato di Umbria Jazz ’18 illuminano il palco i caldi colori della musica e degli abiti della cultura brasiliana. La commistione delle varie etnie e dei vari generi musicali tipici dei ritmi brasiliani domina l’esibizione e coinvolge il pubblico dell’Arena in una grande ed esplosiva festa. Lo show viaggia tra le melodie di una musica spesso contraddittoria, a tratti gioiosa a tratti malinconica, per permettere all’ascoltatore di coglierne le numerose sfumature.

I come IDENTITA’. L’identità è quella nera della cultura africana reclamata e ribadita nell’album Refavela. L’esibizione si snoda tra i brani di questo splendido lavoro del 1977 di Gilberto Gil, un disco dedicato al progetto di re-urbanizzazione delle favelas per permettere ai ceti più disagiati di vivere in contesti abitativi più confortevoli e dignitosi, che ebbe come triste conclusione la creazione di ulteriori favelas. Nell’album si fanno prepotentemente avanti le due anime di Gil, quella prettamente artistica di musicista e cantante e quella politica di uomo e cittadino brasiliano.

F come FAMIGLIA. Per celebrare Gilberto Gil e i quarant’anni di Refavela si presenta sul palco una band di tredici elementi. Da Bem Gil, figlio dello stesso Gilberto, fino ad arrivare a Mayra Andrade, giovane e potente artista molto popolare nella scena musicale brasiliana. Come rappresentanza del talento nostrano la straordinaria autrice e cantante Chiara Civello, affezionatissima estimatrice e frequentatrice del Festival.

La grande famiglia dell’artista baiano si esibisce cantando e ballando per un pubblico inizialmente ingessato ma che poi si lascia trascinare dall’incontenibile arte e frenesia dei ritmi brasiliani.
Domenica 15 luglio un nuovo appuntamento con il Brasile vedrà ospite il cantautore Caetano Veloso, che si esibì sul palco della ventesima edizione dell’Umbria Jazz (1993) dando inizio ad un filone di musica brasiliana che il festival non ha mai più abbandonato.

About the author

Ilaria Lupi

Ilaria Lupi

“Nasco in radio con un paio di cuffie e un microfono. Morirò ascoltando i Pink Floyd.”

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi